La mia imminente visita negli Emirati Arabi Uniti è un nuovo capitolo nella storia delle relazioni interreligiose, dice il Papa

CITTA 'DEL VATICANO, 31 gennaio 2019 (WAM) -- Papa Francesco, Capo della Chiesa cattolica, ha esteso i suoi saluti alla leadership e al popolo degli Emirati Arabi Uniti in vista della sua visita nel Paese dal 3 al 5 febbraio 2019. Ha descritto gli Emirati Arabi Uniti come "un paese che si sforza di essere un modello per la convivenza, la fraternità umana e l'incontro di fedi e civiltà."

In un video messaggio rilasciato dal Vaticano, il Papa ha sottolineato che gli Emirati Arabi Uniti sono "un paese in cui così tante persone trovano un luogo sicuro dove vivere e lavorare con la libertà che rispetta le differenze." Ha detto di essere "felice di incontrare persone che vivono il loro presente e guardano al futuro."

Citando il defunto Sheikh Zayed bin Sultan Al Nahyan, fondatore degli Emirati Arabi, il Papa ha detto: "La vera ricchezza non risiede solo nelle possibilità materiali. La vera ricchezza di una nazione sono le persone che ascoltano il suono del loro futuro."

Papa Francesco ha ringraziato Sua Altezza Sheikh Mohamed bin Zayed Al Nahyan, Principe ereditario di Abu Dhabi e Vice Supremo Comandante delle Forze Armate degli Emirati Arabi Uniti, per averlo invitato a "prendere parte a un dialogo di religioni intitolato 'Fraternità umana." Ha anche esteso la sua gratitudine alle autorità degli Emirati Arabi Uniti per la loro "eccellente cooperazione, grande ospitalità e accoglienza fraterna."

Ha poi espresso la sua gratitudine a "mio fratello e caro amico Dott. Ahmed Al Tayeb, Gran Imam di Al Azhar."

Il Dott. Al Tayeb partecipa anche al dialogo "Fraternità umana".

Papa Francesco ha ringraziato tutti per "il loro coraggio e determinazione nel sottolineare che la fede in Dio ci unisce tutti e non divide mai."

"La fede ci unisce anche di fronte alle differenze. Ci tiene anche lontani dall'ostilità e dall'indifferenza. Sono felice in questa occasione, concessami da Dio, che creerà un nuovo capitolo nella storia dei rapporti tra le fedi", ha aggiunto Papa Francesco.

Ha concluso dicendo che non vede l'ora di "incontrare la famiglia Zayed nella casa di Zayed, casa della prosperità e della pace, della convivenza e della collaborazione."

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

wam.ae/en/details/1395302736142

WAM/Italian