• ظ…ظ†طھط¯ظ‰ ط§ظ„طµط­ط© ط§ظ„ط¹ط§ظ„ظ…ظٹ ط§ظ„ط£ظˆظ„ ظٹط¹ط²ط² ط¬ظ‡ظˆط¯ ظ…ظˆط§ط¬ظ‡ط© ط§ظ„طھط­ط¯ظٹط§طھ ط§ظ„ط¹ط§ظ„ظ…ظٹط©. 2
  • ظ…ظ†طھط¯ظ‰ ط§ظ„طµط­ط© ط§ظ„ط¹ط§ظ„ظ…ظٹ ط§ظ„ط£ظˆظ„ ظٹط¹ط²ط² ط¬ظ‡ظˆط¯ ظ…ظˆط§ط¬ظ‡ط© ط§ظ„طھط­ط¯ظٹط§طھ ط§ظ„ط¹ط§ظ„ظ…ظٹط©. 1

È stata annunciata la dichiarazione di Dubai sullo sviluppo della prima infanzia al WGS

DUBAI, 10 febbraio 2019 (WAM) - Gli Emirati Arabi Uniti hanno testimoniato oggi l'annuncio della "Dichiarazione di Dubai sullo Sviluppo della Prima Infanzia" al World Government Summit a Dubai, da part di Dubai Cares e l’UNICEF, in coordinamento con il Ministero degli Emirati Arabi Uniti per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale. La dichiarazione risponde al crescente consenso scientifico che lo sviluppo precoce dei bambini orienta le loro mappe mentali ed emotive attraverso le loro vite, con importanti implicazioni per l'economia e la stabilità delle loro comunità.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno esaltato questa dichiarazione, che richiede un rapido aumento degli investimenti globali nei primi anni di vita dei bambini. Reem bint Ibrahim Al Hashemy, Ministro di Stato per la Cooperazione Internazionale e Presidente di Dubai Cares, ha dichiarato: "Dare ad ogni bambino, indipendentemente da dove vive, il miglior inizio di vita è il modo migliore per garantire sani e prosperi individui, comunità e nazioni. È fondamentale approfittarsi di questo periodo, quando investimenti relativamente bassi possono avere impatti enormi e determinanti. Le prove dimostrano che lo sviluppo della prima infanzia è fondamentale per l'economia, così come per il raggiungimento degli obiettivi dello sviluppo sostenibile ".

La dichiarazione identifica gli elementi e gli approcci per un pacchetto olistico di servizi per i bambini e i loro operatori sanitari, che vanno dalla stimolazione e gioco alla nutrizione e all’esistenza dei genitori. La dichiarazione richiede anche che questi approcci siano sostenuti da una politica nazionale, con regolamenti e incentivi che possano guidare gli investimenti del settore privato insieme alle priorità dello Stato in materia di sviluppo della prima infanzia.

" Il coautore di questa Dichiarazione di Dubai sullo Sviluppo della Prima Infanzia insieme al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dell'UNICEF è un'estensione del nostro impegno per lo sviluppo della prima infanzia", ha dichiarato Tariq Al Gurg, Amministratore Delegato di Dubai Cares.

"Ci auguriamo che questa dichiarazione rafforzi il movimento globale verso gli investimenti nei servizi nelle case, nelle scuole, nelle cliniche e nelle comunità che danno ai bambini piccoli il miglior inizio di vita". Al Gurg ha anche parlato della partnership strategica di Dubai Cares con l'UNICEF, osservando: "La nostra collaborazione con l'UNICEF ci ha permesso di passare dall'essere un donatore a diventare un partner strategico, sviluppando priorità programmatiche e approcci d’ implementazione che contribuiscono all'istruzione dei bambini e dei giovani e allo sviluppo in tutto il mondo. "

"Una buona alimentazione, una stimolazione precoce e una protezione sono fondamentali per un cervello in via di sviluppo --- quello che chiamiamo 'mangiare, giocare ed amare' --- in quanto la mente entra in un periodo di sviluppo rapido, una volta nella vita", ha osservato Henrietta Fore, Direttore esecutivo dell'UNICEF. "Investire nello sviluppo della prima infanzia è uno dei migliori investimenti che i governi e le aziende possono fare: è economico, può aumentare i guadagni individuali fino al 25% in età adulta e produce il 13% del rendimento degli investimenti.

Un importante passo scientifico per la Dichiarazione di Dubai è la serie 2017 della rivista medica The Lancet, che promuove lo sviluppo della prima infanzia: From Science to Scale, che è stata lanciata a Dubai. Secondo vari studi, si stima che 249 milioni di bambini sotto i cinque anni che vivono in paesi a basso e medio reddito - il 43 % - siano a rischio di scarso sviluppo a causa dell'estrema povertà. Gli studi sottolineano che le conseguenze negative a lungo termine su questi bambini e le loro società possono essere prevenute tramite gli investimenti nello sviluppo della prima infanzia.

Dubai Cares ha lanciato programmi di sviluppo della prima infanzia, in collaborazione con l'UNICEF e altre agenzie di aiuti delle Nazioni Unite, nonché organizzazioni non governative internazionali e locali in paesi come l’Afghanistan, la Bosnia ed Erzegovina, le Isole Comore, il Gambia, l’India, la Giordania, Kiribati, Laos, Malawi, il Messico, la Palestina, Perù, Ruanda, Vanuatu, Tanzania e Zanzibar, per un valore di 110,363,973,92 milioni di AED (30.043.275,87 USD).

Tradotto da: G. Mohammed.

DUBAI, 10 febbraio 2019 (WAM) - Gli Emirati Arabi Uniti hanno testimoniato oggi l'annuncio della "Dichiarazione di Dubai sullo Sviluppo della Prima Infanzia" al World Government Summit a Dubai, da part di Dubai Cares e l’UNICEF, in coordinamento con il Ministero degli Emirati Arabi Uniti per gli Affari Esteri e la Cooperazione Internazionale. La dichiarazione risponde al crescente consenso scientifico che lo sviluppo precoce dei bambini orienta le loro mappe mentali ed emotive attraverso le loro vite, con importanti implicazioni per l'economia e la stabilità delle loro comunità.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno esaltato questa dichiarazione, che richiede un rapido aumento degli investimenti globali nei primi anni di vita dei bambini. Reem bint Ibrahim Al Hashemy, Ministro di Stato per la Cooperazione Internazionale e Presidente di Dubai Cares, ha dichiarato: "Dare ad ogni bambino, indipendentemente da dove vive, il miglior inizio di vita è il modo migliore per garantire sani e prosperi individui, comunità e nazioni. È fondamentale approfittarsi di questo periodo, quando investimenti relativamente bassi possono avere impatti enormi e determinanti. Le prove dimostrano che lo sviluppo della prima infanzia è fondamentale per l'economia, così come per il raggiungimento degli obiettivi dello sviluppo sostenibile ".

La dichiarazione identifica gli elementi e gli approcci per un pacchetto olistico di servizi per i bambini e i loro operatori sanitari, che vanno dalla stimolazione e gioco alla nutrizione e all’esistenza dei genitori. La dichiarazione richiede anche che questi approcci siano sostenuti da una politica nazionale, con regolamenti e incentivi che possano guidare gli investimenti del settore privato insieme alle priorità dello Stato in materia di sviluppo della prima infanzia.

" Il coautore di questa Dichiarazione di Dubai sullo Sviluppo della Prima Infanzia insieme al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dell'UNICEF è un'estensione del nostro impegno per lo sviluppo della prima infanzia", ha dichiarato Tariq Al Gurg, Amministratore Delegato di Dubai Cares.

"Ci auguriamo che questa dichiarazione rafforzi il movimento globale verso gli investimenti nei servizi nelle case, nelle scuole, nelle cliniche e nelle comunità che danno ai bambini piccoli il miglior inizio di vita". Al Gurg ha anche parlato della partnership strategica di Dubai Cares con l'UNICEF, osservando: "La nostra collaborazione con l'UNICEF ci ha permesso di passare dall'essere un donatore a diventare un partner strategico, sviluppando priorità programmatiche e approcci d’ implementazione che contribuiscono all'istruzione dei bambini e dei giovani e allo sviluppo in tutto il mondo. "

"Una buona alimentazione, una stimolazione precoce e una protezione sono fondamentali per un cervello in via di sviluppo --- quello che chiamiamo 'mangiare, giocare ed amare' --- in quanto la mente entra in un periodo di sviluppo rapido, una volta nella vita", ha osservato Henrietta Fore, Direttore esecutivo dell'UNICEF. "Investire nello sviluppo della prima infanzia è uno dei migliori investimenti che i governi e le aziende possono fare: è economico, può aumentare i guadagni individuali fino al 25% in età adulta e produce il 13% del rendimento degli investimenti.

Un importante passo scientifico per la Dichiarazione di Dubai è la serie 2017 della rivista medica The Lancet, che promuove lo sviluppo della prima infanzia: From Science to Scale, che è stata lanciata a Dubai. Secondo vari studi, si stima che 249 milioni di bambini sotto i cinque anni che vivono in paesi a basso e medio reddito - il 43 % - siano a rischio di scarso sviluppo a causa dell'estrema povertà. Gli studi sottolineano che le conseguenze negative a lungo termine su questi bambini e le loro società possono essere prevenute tramite gli investimenti nello sviluppo della prima infanzia.

Dubai Cares ha lanciato programmi di sviluppo della prima infanzia, in collaborazione con l'UNICEF e altre agenzie di aiuti delle Nazioni Unite, nonché organizzazioni non governative internazionali e locali in paesi come l’Afghanistan, la Bosnia ed Erzegovina, le Isole Comore, il Gambia, l’India, la Giordania, Kiribati, Laos, Malawi, il Messico, la Palestina, Perù, Ruanda, Vanuatu, Tanzania e Zanzibar, per un valore di 110,363,973,92 milioni di AED (30.043.275,87 USD).

Tradotto da: G. Mohammed.

http://wam.ae/en/details/1395302738341

WAM/Italian