Progressi costanti nella riduzione del commercio illegale di gasolio: ENOC

DUBAI, 5 marzo 2019 (WAM) - Una task force congiunta composta da sei entità del governo di Dubai e il gruppo ENOC sta compiendo sforzi concertati per frenare il commercio illegale di diesel a Dubai, che ha visto progressi costanti negli ultimi mesi.

La task force comprende rappresentanti del Dipartimento Economico di Dubai, Ministero delle Risorse Umane e dell'Emiratizzazione, Autorità degli Emirati per la standardizzazione e metrologia, ESMA, Autorità per i trasporti e le strade di Dubai, Comune di Dubai, Polizia di Dubai e Gruppo ENOC.

Si stima che il 38% delle aziende ispezionate abbia dichiarato di rispettare le linee guida stabilite dall'ESMA in merito alla qualità del gasolio utilizzato.

Nonostante questi miglioramenti riportati, le ispezioni hanno rivelato che il 62% delle aziende continua a violare le linee guida; e continuano a utilizzare le specifiche di qualità del diesel Saif Humaid Al Falasi, Presidente del Gruppo ENOC, ha dichiarato: "Estendiamo il nostro apprezzamento a tutti i membri della task force congiunta per l'esecuzione di ispezioni per frenare l'utilizzo di qualità di diesel compromesso, ponendo così fine al commercio illegale di diesel. Essendo la sicurezza e la sicurezza un pilastro fondamentale del piano Dubai 2021, è imperativo soddisfare tutti gli obblighi e garantire che vengano venduti e utilizzati solo prodotti di alta qualità. Questo è importante per mantenere gli standard ambientali, di salute e sicurezza per il benessere della nazione e della comunità ".

L'ESMA specifica che il diesel utilizzato deve rispettare il tenore di zolfo 10-PPM e lo standard Euro 5 per il diesel, il che riduce significativamente le emissioni nocive e contribuisce a promuovere un ambiente più sano per il paese e la sua popolazione. L'ENOC fornisce rapporti di laboratorio dettagliati per i campioni diesel provenienti dalle aziende ispezionate.

Le ispezioni hanno rilevato che diverse società continuano a violare le specifiche legali stabilite dalla decisione del governo federale.

Secondo la decisione del governo federale n. 37 del 2013, le organizzazioni devono distribuire esclusivamente diesel a bassissimo contenuto di zolfo, contenente meno di 10 parti per milione (ppm) di zolfo. Il diesel illegale contiene più di 10 ppm di zolfo, che costituisce una violazione diretta della legge degli Emirati Arabi Uniti.

Alcune delle aziende ispezionate non hanno ancora presentato le certificazioni richieste dall'Autorità degli Emirati per la standardizzazione e la metrologia, mentre altre non hanno mostrato i permessi di lavoro richiesti e le licenze commerciali per convalidare la natura delle loro operazioni e del loro ramo di azienda. Altre società non hanno rispettato le misure di sicurezza per i serbatoi di stoccaggio diesel.

Nel tentativo di mettere in atto un processo di ispezione più completo, l'Autorità per il trasporto su strada ha verificato le autocisterne diesel sulle autostrade per la salute e la sicurezza ambientale, l'EHS e la registrazione dei veicoli, mentre il Ministero delle risorse umane e l'emancipazione ha tenuto un registro chiaro sulla carta d'identità dei conducenti, visto e altri permessi necessari.

ENOC è stata la prima a introdurre "Ultra-low Sulphur Diesel" attraverso le sue reti commerciali e al dettaglio negli Emirati Arabi Uniti nel 2014 come parte del suo impegno per promuovere lo sviluppo sostenibile. Le ispezioni continueranno fino a quando non sarà chiaramente visibile che tutti i distributori aderiscono ai regolamenti e agli standard stabiliti dagli EAU.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302744599

WAM/Italian