Dubai registra 339 miliardi di AED di scambi esteri non petroliferi nel primo trimestre del 2019


DUBAI, 11 giugno 2019 (WAM) - Dubai ha registrato un commercio estero non petrolifero di 339 miliardi di AED nel primo trimestre del 2019, ha annunciato la dogana di Dubai, registrando un aumento del sette per cento su base annua da 316 miliardi di AED registrati durante lo stesso periodo dell'anno scorso.

Le esportazioni hanno registrato la maggior crescita, con un aumento del 30 percento per raggiungere 42 miliardi di AED, mentre le riesportazioni sono cresciute del 7 percento a 106 miliardi di AED e le importazioni sono aumentate del 4 percento per raggiungere 190 miliardi di AED.

I dati diffusi dalle Dogane di Dubai hanno mostrato che il volume di scambi non petroliferi nel primo trimestre 2019 di Dubai è aumentato del 32% a 28 milioni di tonnellate (21 milioni di tonnellate nel primo trimestre 2018). Le esportazioni sono aumentate del 94 percento a 6 milioni di tonnellate, mentre le riesportazioni sono aumentate del 41 percento a quattro milioni di tonnellate e le importazioni sono aumentate del 16 percento a 17 milioni di tonnellate.

Commentando le cifre del commercio non petrolifero nel primo trimestre, Sua Altezza Sheikh Hamdan bin Mohammed bin Rashid Al Maktoum, principe ereditario di Dubai e presidente del Consiglio esecutivo di Dubai, ha dichiarato: "Questa solida prestazione e la forte crescita del commercio estero non petrolifero di Dubai è un'indicazione che siamo sulla strada giusta per la diversificazione delle entrate in linea con i valori e gli standard delineati nella Carta dei 50 anni.

"La Strategia della Via della seta di Dubai supporta decenni di investimenti di successo nello sviluppo dell'infrastruttura dell'emirato. In linea con la visione di Sua Altezza Sheikh Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Vice Presidente, Primo Ministro e Sovrano di Dubai, ci impegniamo a sviluppare i nostri servizi di governo in modo che possiamo diventare un modello di livello mondiale per i futuri governi basati sulla conoscenza, innovazione e applicazioni avanzate di intelligenza artificiale."

Il commercio non petrolifero di Dubai è cresciuto del 58% nel decennio 2010-2019; un aumento di AED124 miliardi dal primo trimestre 2010 che ha visto AED 215 miliardi.

Il commercio attraverso le zone franche ha raggiunto 147 miliardi di AED (+20% su base annua). Il commercio diretto è stato il più grande contributo al commercio totale di AED189 miliardi (-0,5% YoY) e il deposito doganale ha rappresentato 2,3 miliardi di AED (-21% YoY).

Il commercio aereo e marittimo ha rappresentato l'85% del commercio totale, con entrambi gli aumenti a doppia cifra. Il commercio aereo ha rappresentato un valore di AED158 miliardi (+11% YoY) e il commercio marittimo ha registrato AED129 miliardi (+10% YoY). Il commercio per terra ha raggiunto 52 miliardi di AED.

Il commercio con l'Asia, la più grande regione commerciale di Dubai, è aumentato del 7% fino a 208 miliardi di AED. Il commercio con l'Europa, il secondo partner più importante, ha toccato i 58 miliardi di AED, mentre l'Africa è stata la più grande crescita, con un aumento del 36% raggiungendo 42 miliardi di AED. Anche le Americhe e l'Oceania hanno contribuito all'elevata crescita a una cifra, con un aumento del sette percento (AED 27 miliardi) e del nove percento (AED3,5 miliardi) rispettivamente.

Sultan bin Sulayem, Presidente e amministratore delegato di DP World Group e Presidente della Corporazione dei Porti, Dogane e Zone Franche, ha dichiarato: "Siamo lieti di annunciare che il commercio a Dubai è rimbalzato nel primo trimestre del 2019 con un commercio non petrolifero in crescita del 7,3% annuo- all'anno per raggiungere 339 miliardi di AED. Questa forte crescita è stata realizzata nonostante il difficile contesto macro e geopolitico, che evidenzia ulteriormente la forza e la capacità di ripresa dell'economia di Dubai."

"È importante sottolineare che abbiamo assistito a una crescita significativa sia delle esportazioni (+30%) sia delle riesportazioni (+7%) che rafforzano il profilo di Dubai come hub principale per la regione. Nel complesso, nonostante i venti contrari geopolitici, restiamo entusiasti delle prospettive per Dubai, in particolare con l'anticipo di EXPO 2020", ha aggiunto.

Forte crescita è stata testimoniata tra i primi tre partner commerciali. I primi tre paesi commerciali per valore sono rimasti gli stessi del primo trimestre del 2018. Il principale partner commerciale era la Cina, seguita dall'India e dagli Stati Uniti. Questi hanno contribuito al valore totale scambiato nel primo trimestre del 2019 AED36 miliardi (+8% YoY), AED33 miliardi (+40% YoY) e AED20 miliardi (+10% YoY) rispettivamente. L'Arabia Saudita è stato il più grande partner commerciale nel mondo arabo con AED 13,2 miliardi di scambi non petroliferi nel primo trimestre del 2019.

Il valore totale dell'oro, dei diamanti e dei gioielli scambiati attraverso Dubai nel primo trimestre del 2019 ammontava a 90 miliardi di AED, con un incremento del 9% su base annua. Il mercato dei telefoni (AED42 miliardi) è stato il più alto contributore e il commercio di oli di petrolio è più che raddoppiato rispetto allo scorso anno a 21 miliardi di AED.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

wam.ae/en/details/1395302767236

WAM/Italian