Il DIHAD di Dubai partecipa all'Expo umanitario di Varsavia in Polonia

DUBAI, 12 giugno 2019 (WAM) - DIHAD, Conferenza ed Esibizione per lo Sviluppo e l'Aiuto Umanitario Internazionale, partecipa all'Expo Umanitario di Warsaw 2019, iniziato ieri, a Nadarzyn, Varsavia.

L'incontro di tre giorni si svolge sotto il patrocinio del Presidente della Polonia, Andrzej Duda, e riunisce i principali responsabili delle decisioni, esperti del governo e del settore privato, ONG e altre organizzazioni di beneficenza dalla Polonia e all'estero.

La cerimonia di apertura ha visto la partecipazione di una delegazione di alto livello della Polonia, così come il dott. Abdul Salam Al Madani, presidente esecutivo di DIHAD; L'ambasciatore Gerhard Putman-Cramer, direttore del comitato consultivo scientifico internazionale DIHAD - DISAB; e un certo numero di alti funzionari.

Commentando la sua partecipazione come relatore principale alla manifestazione durante un pannello ad alto livello intitolato "Futuro dell'aiuto Innovativo", il dott. Al Madani ha dichiarato: "Gli Emirati Arabi Uniti sono diventati la capitale degli aiuti umanitari nel mondo. Ogni volta che un paese ha bisogno di aiuto, gli Emirati Arabi Uniti sono i primi a fornire una mano senza intenzioni o programmi nascosti. Ci sono più di 30 organizzazioni umanitarie e di beneficenza negli Emirati Arabi Uniti. Sono i nostri partner in DIHAD e si assicurano che siano presenti e attivi ogni anno. In aggiunta a ciò, ci sono anche centinaia di ONG internazionali e agenzie delle Nazioni Unite che sono presenti, e il nostro compito è quello di unire i loro sforzi e le loro visioni a beneficio degli umani di tutto il mondo."

Parlando dell'importanza dei donatori, il dott. Al Madani ha aggiunto: "Al DIHAD, riconosciamo che i donatori svolgono un ruolo molto critico nel colmare il divario e contribuire ad erogare i fondi necessari ed essenziali in circostanze estremamente gravi. Il loro contributo si basa sulla "fiducia" e deve esserci un elemento di fiducia tra i donatori e le organizzazioni che ricevono le donazioni, perché se i donatori credono che le loro donazioni non raggiungano i bisognosi, ci sarà una sfiducia enorme, e l'intera operazione affronterà complicazioni inutili, che avranno un enorme impatto sull'intera operazione."

La manifestazione è la prima del suo genere organizzata nell'Europa centrale e orientale ed è la più grande fiera europea dedicata all'aiuto umanitario e allo sviluppo globale. La partecipazione di DIHAD sottolinea il suo ruolo attivo nella scena internazionale globale nel gestire le crisi umanitarie nei paesi colpiti.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://www.wam.ae/en/details/1395302767370

WAM/Italian