Gli attori che destabilizzano l'area MENA ostacolano le aspirazioni di sviluppo della regione: Abdullah bin Zayed

  • عبدالله بن زايد: أكبر تحد لأهل الظلام هو النجاح
  • عبدالله بن زايد: أكبر تحد لأهل الظلام هو النجاح
  • عبدالله بن زايد: أكبر تحد لأهل الظلام هو النجاح

SOFIA, 15 giugno 2019 (WAM) - Gli attori che cercano di destabilizzare il Medio Oriente e il Nord Africa con posizioni arretrate e estremiste, ostacolano gli obiettivi di sviluppo della regione, ha dichiarato Sua altezza Sheikh Abdullah bin Zayed Al Nahyan, Ministro degli Affari Esteri e Cooperazione internazionale.

"Dipendiamo da nazioni amichevoli, come quella della Bulgaria, per affrontare insieme i regimi fascisti che cercano di distruggere la regione attraverso mezzi pacifici, diffondendo valori di tolleranza e successo e insieme possiamo prevalere sull'oscurità", ha continuato Sua Altezza.

Le dichiarazioni dello sceicco Abdullah bin Zayed sono state fatte durante una conferenza stampa nella capitale bulgara, Sofia, insieme a Ekaterina Zaharieva, Vice Primo Ministro bulgaro per la Riforma Giudiziaria e Ministro degli Affari Esteri.

"Siamo in una regione complessa che ha molte risorse, sia di gas che di petrolio, che sono necessarie per il mondo: vogliamo che il flusso di queste risorse rimanga sicuro e assicuri la stabilità dell'economia globale. Dobbiamo anche proteggere i nostri popoli e le nostre economie", ha affermato lo sceicco Abdullah.

"Per noi, gli attacchi a quattro petroliere nelle Acque territoriali degli Emirati Arabi Uniti sono la prova che noi, insieme ai nostri vari paesi partner, abbiamo individuato come esplosioni subacquee, utilizzando tecnologie sofisticate".

"Queste capacità", ha aggiunto, "non sono presenti in attori o gruppi illegali non statali, sono processi disciplinati attuati da uno Stato, ma fino ad ora non ci sono prove sufficienti per indicare un particolare Paese". Ha continuato a notare che l'area in cui si sono verificati gli incidenti ha un significato economico e geopolitico vitale e che interruzioni come i quattro attacchi possono portare ad ostacolare l'approvvigionamento globale di petrolio.

Sua Altezza ha spiegato che c'erano circa 184 navi petrolifere e marittime, tra le altre, nella zona in cui si sono verificati i primi attacchi il mese scorso. "Questa era una vera minaccia per il trasporto marittimo globale", ha avvertito Sua Altezza. Lo sceicco Abdullah ha ribadito: "Dobbiamo lavorare insieme per salvare la regione dall'escalation e dare alla voce della saggezza un'opportunità.

"Dobbiamo lavorare insieme per rimuovere queste tensioni, sperando che gli sforzi del Primo Ministro giapponese Shinzo Abe abbiano avuto successo. Il Ministro degli Esteri tedesco era presente pochi giorni fa nella regione e siamo fiduciosi nel raggiungere un quadro più ampio per cooperazione con l'Iran."

"Il patto P5 + 1", ha aggiunto Sua Altezza, ha avuto due grossi difetti: il primo è la mancanza di coinvolgimento con i paesi regionali durante il processo di dialogo. Il secondo è che non limita le capacità dei missili balistici iraniani e la sua interferenza negli affari interni dei paesi vicini. "

"La vera sicurezza e stabilità regionale sarà raggiunta solo quando gli attori regionali lavoreranno insieme, la nostra regione è il principale fornitore di energia per il mondo, la nostra sicurezza è essenziale per garantire prosperità e stabilità per tutti", ha affermato.

Commentando i legami tra gli EAU e la Bulgaria, Sheikh Abdullah ha affermato che le relazioni tra i due paesi si basano sulla fiducia e sulla volontà di entrambe le parti di lavorare insieme per creare nuovi orizzonti per la cooperazione. Ha aggiunto che i due paesi devono lavorare sodo per promuovere legami bilaterali, in particolare nei settori del commercio, degli investimenti e del turismo.

Lo sceicco Abdullah ha espresso la sua gratitudine per la calorosa accoglienza, sottolineando che l'ultima visita riflette gli sforzi congiunti per espandere ulteriormente i legami tra gli EAU e la Bulgaria. "Abbiamo anche una missione congiunta per assicurare il successo della partecipazione della Bulgaria all’Expo di Dubai 2020", ha aggiunto.

"Abbiamo convenuto che ci sarà un canale di comunicazione aperto tra le due parti, il cui obiettivo principale è sviluppare la relazione e anche cercare opportunità congiunte nei settori della sicurezza, della tecnologia, del turismo e dell'aviazione civile", ha spiegato Sua Altezza.

Sheikh Abdullah bin Zayed Al Nahyan ha tenuto una riunione congiunta con il Vice Primo Ministro per la Riforma Giudiziaria e il Ministro degli Affari Esteri della Bulgaria, nella quale hanno discusso i modi per migliorare la cooperazione tra i due paesi e lo sviluppo delle relazioni bilaterali, e si sono scambiati opinioni su una serie di questioni di interesse comune. Hanno anche discusso eventi regionali e internazionali in varie arene.

Da parte sua, Ekaterina Zaharieva ha accolto con favore la visita di Sua Altezza Sheikh Abdullah bin Zayed Al Nahyan, sottolineando l'entusiasmo del suo Paese di rafforzare i rapporti di cooperazione con gli Emirati Arabi Uniti in vari campi. Abdulwahab Nasser Hassan Al Najjar, Ambasciatore degli Emirati Arabi Uniti in Bulgaria, ha anche partecipato all'incontro.

Tradotto da: G. Mohammed.

http://wam.ae/en/details/1395302767872

WAM/Italian