Proposto un piano delle Nazioni Unite per controllare l'incitamento all'odio sui social media


ABU DHABI, 3 luglio 2019 - Le Nazioni Unite stanno prendendo in considerazione misure per far sì che le società di social media siano responsabili di discorsi di incitamento all'odio disseminati attraverso le loro piattaforme, ha detto oggi un alto funzionario delle Nazioni Unite.

Un piano d'azione proposto delle Nazioni Unite per la salvaguardia dei siti religiosi raccomanderà di fissare le responsabilità di "queste società della valle del silicio - Facebook, Instagram, ecc. Devono interrompere la diffusione di questo discorso di odio. Tutto ciò fa parte del Piano ", ha affermato Miguel Angel Moratinos, Alto Rappresentante per l'Alleanza delle Civiltà delle Nazioni Unite (UNAOC).

Presenterà la sua raccomandazione per il piano d'azione entro la fine di questo mese al Segretario generale delle Nazioni Unite che la presenterà per l'approvazione dei paesi membri delle Nazioni Unite entro pochi mesi.

Moratinos si stava rivolgendo a un piccolo gruppo di giornalisti, insieme allo sceicco Abdallah bin Bayyah, presidente del Forum per la promozione della pace nelle società musulmane dopo un incontro tra di loro nella capitale.

Il funzionario delle Nazioni Unite ha detto che le sue raccomandazioni sulle società di social media sono state ispirate dalla Chiamata di Christchurch, un impegno volontario dei governi e delle aziende tecnologiche per affrontare i contenuti estremistici sull’Internet.

Il primo ministro della Nuova Zelanda Jacinda Ardern e il presidente francese Emmanuel Macron a Parigi hanno lanciato l'iniziativa a maggio, insieme a leader politici e del settore, due mesi dopo l'attacco di Christchurch in Nuova Zelanda.

Diversi governi, aziende tecnologiche e organizzazioni globali hanno già annunciato il loro sostegno all'iniziativa.

Un portavoce dell'alto rappresentante per l'alleanza delle civiltà delle Nazioni Unite (UNAOC) ha dichiarato all'agenzia stampa degli Emirati che le raccomandazioni di Moratinos includeranno azioni contro i media tradizionali. "Il piano vedrà quale tipo di codice etico può essere messo in atto per regolamentare sia i media tradizionali che quelli sociali per fermare la diffusione di discorsi di incitamento all'odio", ha detto a margine della conferenza stampa.

A proposito dell'incontro con lo sceicco Abdallah bin Bayyah, Moratinos ha detto di aver apprezzato il contributo dello sceicco per promuovere il vero spirito dell'Islam e costruire ponti con altre fedi.

Lo sceicco Abdallah ha detto di aver invitato Moratinos all'edizione 2019 della Conferenza annuale del Forum per la promozione della pace nelle società musulmane, che si terrà a dicembre ad Abu Dhabi.

Il Segretario generale delle Nazioni Unite ha incaricato Moratinos di formulare raccomandazioni per il piano d'azione proposto per la salvaguardia dei siti religiosi, un piano orientato all'azione che avrebbe un impatto per contribuire a garantire la sicurezza dei fedeli nei siti religiosi in tutto il mondo.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302772026

WAM/Italian