venerdì 01 luglio 2022 - 10:03:34 sera

Rapporto Cina-Emirati Arabi Uniti al suo meglio nella storia: inviato cinese


ABU DHABI, 19 luglio 2019 (WAM) - La Cina e gli Emirati Arabi Uniti stanno godendo il loro "periodo migliore" nella storia ora mentre celebrano una pietra miliare nel loro rapporto, secondo un alto diplomatico cinese.

"Quest'anno ricorre l’anniversario numero 35 della creazione di relazioni diplomatiche tra la Cina e gli Emirati Arabi Uniti. Il nostro rapporto è attualmente al suo miglior periodo storico ", ha detto Ni Jian, l'ambasciatore cinese negli Emirati Arabi Uniti, all'agenzia di stampa degli Emirati, WAM, in un'intervista esclusiva.

Tra tutti i paesi del Medio Oriente, gli Emirati Arabi Uniti hanno la cooperazione più profonda, più ampia e più proficua con la Cina, ha affermato.

Sua altezza lo sceicco Mohamed bin Zayed Al Nahyan, principe ereditario di Abu Dhabi e vice comandante supremo delle forze armate degli Emirati Arabi Uniti, sarà in visita di stato in Cina la prossima settimana, quasi un anno dopo la visita di successo del presidente cinese Xi Jinping negli Emirati Arabi Uniti.

"Lo scambio di visite tra i nostri vertici superiori in un anno testimonia gli elevati standard e il significato speciale del partenariato strategico globale EAU-Cina, segnando così una pietra miliare nello sviluppo delle nostre relazioni bilaterali", ha spiegato.

"La prossima visita dello sceicco Mohamed bin Zayed dovrebbe consolidare e approfondire la nostra fiducia reciproca politica e strategica ed elevare la nostra cooperazione politica, militare, commerciale, culturale, tra i popoli e la tecnologia a tutti i livelli", ha affermato l'ambasciatore.

Potenzierà ulteriormente il partenariato strategico globale per aprire "un nuovo glorioso capitolo dell'amicizia tra Cina e Emirati Arabi Uniti", ha affermato.

L'iniziativa "Cintura e strada" proposta dal presidente cinese Xi Jinping si sinergia con la visione "Ripristina la via della seta" proposta dallo sceicco Mohamed bin Zayed, ha detto l'inviato.

"La costruzione congiunta di "Cintura e strada"è in linea con gli interessi degli EAU e offre opportunità e slancio al nostro sviluppo rispettivo. Essendo un importante centro di trasporto regionale e centro finanziario e commerciale, gli Emirati Arabi Uniti hanno un ruolo fondamentale da svolgere per estendere la cooperazione della Cina con gli Stati del Golfo e del Medio Oriente e facilitare l'interconnessione ", ha spiegato.

Riguardo ai fiorenti scambi culturali e interpersonali, ha detto il diplomatico, oltre 1,1 milioni di turisti cinesi hanno visitato gli Emirati Arabi Uniti nel 2018, grazie al reciproco accordo di esenzione dal visto tra le due nazioni.

"Ci sono oltre 150 voli commerciali ogni settimana che collegano diverse città nei nostri paesi", ha aggiunto.

Gli scambi educativi stanno fiorendo sotto 'Il Programma degli Ambasciatori della Gioventù degli Emirati Arabi Uniti' che facilita la visita degli studenti degli Emirati alla Cina, e il memorandum d'intesa del Consiglio di studio della Cina con l'Università Khalifa che porta "sempre più studenti cinesi" a perseguire la loro istruzione superiore negli Emirati Arabi Uniti, l'ambasciatore ha spiegato.

Gli Istituti Confucio di Abu Dhabi e Dubai, un'iniziativa in corso per insegnare il cinese in 200 scuole degli Emirati Arabi e frequenti visite di gruppi di artisti cinesi negli Emirati Arabi, hanno anche migliorato le relazioni culturali ed educative.

"Il nostro piano per aprire un Centro culturale cinese negli Emirati Arabi Uniti è in corso", ha detto l'inviato.

Gli Emirati Arabi Uniti ospitano la più grande comunità cinese in Medio Oriente. Di oltre 200.000 forti comunità cinesi negli Emirati Arabi, la maggior parte vive a Dubai e Sharjah. Circa 50 organizzazioni di comunità si rivolgono ai membri della comunità di tutti i ceti sociali.

"Hanno forgiato una profonda amicizia con la gente del posto e hanno dato un grande contributo allo sviluppo economico degli Emirati Arabi Uniti con la loro perseveranza e spirito pionieristico", ha affermato l'ambasciatore.

Riguardo agli sviluppi regionali, ha detto, "la Cina è preoccupata per le tensioni nella regione del Golfo. Speriamo che le parti interessate rimangano calme, esercitino moderazione, adottino provvedimenti concreti per prevenire l'intensificazione e difendano congiuntamente la sicurezza marittima negli stretti limiti, nonché la pace e la stabilità nella regione ".

Come membro permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite e di un importante paese influente, la Cina ha sempre mantenuto la comunicazione e il coordinamento con i paesi della regione e altri paesi importanti per allentare le tensioni nella regione del Golfo, ha detto Jian.

La regione del Golfo è di grande importanza per l'approvvigionamento energetico internazionale e per la sicurezza e la stabilità globali, ha sottolineato.

"Stiamo lavorando per svolgere il nostro ruolo e contribuire a sostenere la pace e la stabilità nella regione del Golfo", ha affermato.

La Cina si rammarica della decisione dell'Iran di ridimensionare ulteriormente gli impegni assunti nell'ambito del Piano d'azione globale congiunto, JCPOA, ha detto l'inviato.

"È nostra convinzione costante che l'attuazione completa ed efficace del JCPOA secondo i requisiti della risoluzione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, UNSCR, sia l'unica soluzione praticabile per allentare le tensioni e risolvere il problema nucleare iraniano. Aiuterà anche a creare le condizioni per risolvere altre questioni attraverso un dialogo equo ", ha spiegato il diplomatico.

"Nelle attuali circostanze, le parti dovrebbero rimanere calme e esercitare moderazione e aderire al dialogo nel quadro del JCPOA. La comunità internazionale deve aderire al multilateralismo e all'ordine internazionale basato sul diritto internazionale e cercare soluzioni politiche e diplomatiche su questioni rilevanti attraverso un dialogo equo ", ha affermato.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302775172

WAM/Italian