Gli Emirati Arabi Uniti sottolineano il proprio impegno a proteggere i bambini nei conflitti armati


NEW YORK, Stati Uniti, 3 agosto 2019 (WAM) - Al dibattito aperto annuale del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite su bambini e conflitti armati, gli Emirati Arabi Uniti hanno ribadito l'impegno della Coalizione a sostenere la legittimità nello Yemen - di cui gli Emirati Arabi Uniti sono membri - adempiere agli obblighi previsti dal diritto internazionale umanitario e ha sottolineato la serietà con cui la Coalizione si assume la responsabilità di proteggere tutti i civili nei conflitti armati, in particolare i bambini.

In una dichiarazione rilasciata da Amiera AlHefeiti, rappresentante permanente aggiunto degli Emirati Arabi Uniti presso le Nazioni Unite, gli Emirati Arabi Uniti hanno aggiunto che la Coalizione continua a lavorare a stretto contatto con le Nazioni Unite e altri partner internazionali per migliorare ulteriormente la protezione dei bambini nello Yemen. Questa stretta collaborazione è stata incarnata dal memorandum di intesa della coalizione firmato con l'ufficio del Rappresentante speciale del Segretario Generale delle Nazioni Unite su bambini e conflitti armati nel marzo 2019.

AlHefeiti ha espresso profonda preoccupazione per lo sfruttamento da parte degli Houthi di bambini, scuole e centri educativi nello Yemen e per la loro distruzione di edifici, in particolare l'uso delle scuole da parte delle milizie Houthi come centri per conservare le armi e reclutare, formare e trattenere i bambini. Ha sottolineato che le azioni degli Houthi dimostrano un completo disprezzo per i loro obblighi ai sensi del diritto internazionale e ha esortato il Consiglio a ritenere gli Houthi responsabili delle loro gravi violazioni.

Inoltre, AlHefeiti ha espresso il costante impegno degli Emirati Arabi Uniti ad alleviare la sofferenza dei bambini attraverso la fornitura di assistenza umanitaria. Ha dichiarato che gli Emirati Arabi Uniti hanno pesantemente tenuto conto delle esigenze dei bambini negli oltre 5 miliardi di dollari forniti allo Yemen e alla sua popolazione negli ultimi quattro anni, compreso l'impegno congiunto con il Regno dell'Arabia Saudita per ulteriori 240 milioni di dollari in finanziamenti per le operazioni del "World Food Programme" (WFP).

Ha osservato che gli sforzi umanitari degli Emirati Arabi Uniti sono anche diretti verso gli interessi a lungo termine dei bambini minacciati dai conflitti e ha dichiarato che gli Emirati Arabi Uniti credevano che l'istruzione non fosse solo il diritto di ogni bambino, ma fosse uno strumento essenziale per elevare intere comunità al fine di ridurre i conflitti e lo sfruttamento dei bambini. A tal fine, ha condiviso che gli Emirati Arabi Uniti hanno fornito assistenza educativa a oltre 270.000 studenti attraverso il PAM e hanno fornito all'UNICEF 35 milioni di dollari per pagare gli stipendi degli insegnanti.

"Alla fine, tuttavia, il modo migliore per proteggere i bambini dello Yemen è attraverso la pace e la stabilità. A questo proposito, gli Emirati Arabi Uniti sostengono la piena attuazione dell'accordo di Stoccolma e il processo politico guidato dalle Nazioni Unite ", ha aggiunto AlHefeiti.

Inoltre, ha invitato gli Stati membri a unirsi alle piattaforme pertinenti per discutere le sfide in evoluzione e le esigenze a breve e lungo termine per il reinserimento dei bambini nelle loro comunità e sviluppare raccomandazioni per colmare le lacune finanziarie, e ha invitato la comunità internazionale a studiare e adottare innovative risposte alla violenza sessuale e di genere nei conflitti armati, anche attraverso il rafforzamento dell'impegno con donne e ragazze locali come partner attivi nella progettazione e attuazione dell'azione umanitaria.

Tradotto da: G. Mohamed.

http://www.wam.ae/en/details/1395302778415

WAM/Italian