Il Principe Ereditario di Dubai telefona agli astronauti degli Emirati e augura loro il successo


DUBAI, 10 settembre 2019 (WAM) - In una telefonata con gli astronauti degli Emirati Hazza Al Mansoori e Sultan Al Neyadi, il Principe Ereditario di Dubai Sua Altezza lo sceicco Hamdan bin Mohammed bin Rashid Al Maktoum, gli ha detto che hanno portato grande orgoglio alla leadership e il popolo degli Emirati Arabi Uniti.

Ciò è avvenuto perché gli astronauti entrano in una fase di isolamento per 15 giorni in preparazione per il lancio alla Stazione Spaziale Internazionale il 25 settembre. La fase d’isolamento è un passo importante per garantire il successo di una missione spaziale, in quanto mira a mantenere la sicurezza degli astronauti in un ambiente pulito per evitare eventuali malattie.

Durante la telefonata, lo sceicco Hamdan ha affermato che gli astronauti sono l'orgoglio degli Emirati Arabi Uniti e che i loro sforzi aiuteranno il Paese a raggiungere un traguardo storico nel settore spaziale. "Questo storico viaggio alla Stazione Spaziale Internazionale aprirà la strada a una nuova rivoluzione scientifica nel mondo arabo. Il risultato contribuirà alla visione di Sua Altezza lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Vice Presidente e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e Sovrano di Dubai, per rilanciare la gloriosa civiltà del mondo arabo".

Lo sceicco Hamdan ha ringraziato gli astronauti e le squadre di supporto per la loro dedizione e impegno durante l'intero progetto. Martedì gli astronauti degli Emirati saluteranno Mosca, la capitale russa, andando alla città di Baikonur, in Kazakistan, dopo aver completato l'addestramento presso il Centro di Addestramento per i Cosmonauti e di Ricerca Jurij (Gagarin) in Russia.

Una cerimonia d'addio si è svolta presso il Centro Gagarin per gli Astronauti con la partecipazione di Hamad Obaid Al Mansouri, Presidente del Centro Spaziale Mohammed bin Rashid, MBRSC; Yousuf Hamad Alshaibani, Direttore Generale di MBRSC; e Salem Al Marri, Vicedirettore Generale per gli Affari Scientifici e Tecnici di MBRSC.

Hamad Al Mansouri, ha dichiarato: "Siamo ora in una fase importante che riflette gli sforzi della saggia leadership degli Emirati Arabi Uniti e del loro popolo, nel realizzare questo straordinario risultato per il Paese". "Siamo veramente orgogliosi di ciò che abbiamo raggiunto. Oggi, Hazzaa Al Mansoori e Sultan Al Neyadi portano le ambizioni del defunto sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan e rinnovano il loro impegno per la nostra saggia leadership, per innalzare la bandiera degli Emirati Arabi Uniti nello Spazio. Vorrei ringraziarli per averci resi orgogliosi e augurare loro tutto il meglio", ha continuato.

Yousuf Al Shaibani, ha dichiarato: "Stiamo assistendo a un evento storico che riflette la determinazione degli Emirati Arabi Uniti di impegnare la comunità scientifica globale nell'arricchimento dell'umanità con nuovi risultati di esperimenti scientifici, che contribuiscono al miglioramento della vita umana". "Dopo aver completato con successo l'addestramento e i test a Mosca, siamo pienamente fiduciosi e pronti a viaggiare per la nostra prima missione presso la ISS", ha aggiunto Al Shaibani.

Al Mansoori condurrà 16 esperimenti scientifici in collaborazione con agenzie spaziali internazionali, tra cui la russa Roscosmos e l'Agenzia Spaziale Europea (ESA). Sei di questi esperimenti verranno condotti a bordo della ISS per studiare il DTI nel cervello, Osteologia, controllo motorio, percezione del tempo nella microgravità, Fluidica (fluidodinamica nello spazio) e DNAm-Age.

La missione scientifica include esperimenti che coinvolgono scuole negli Emirati Arabi Uniti nell'ambito dell'iniziativa Scienza nello Spazio di MBRSC. La prima fase dell'iniziativa ha visto la partecipazione di quasi 16 scuole degli Emirati Arabi Uniti, alla presenza di Al Mansoori. Questi esperimenti saranno condotti in un ambiente di microgravità a bordo della ISS e i risultati saranno quindi confrontati con quelli fatti sulla terra, per contribuire a sostenere il curriculum degli Emirati Arabi Uniti con nuovi materiali scientifici che saranno il risultato del primo volo spaziale umano degli Emirati Arabi Uniti.

La missione scientifica di Al Mansoori rientra nel quadro di partnership strategiche con le principali agenzie spaziali globali, tra cui Roscosmos, Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA), NASA ed ESA. I due astronauti arriveranno oggi, 10 settembre, a Baikonur, in Kazakistan, in preparazione per il periodo di quarantena di 15 giorni, prima del lancio della missione spaziale all'ISS. Durante questo periodo, saranno accompagnati da Saeed Karmostaji, Direttore dell'Ufficio degli Astronauti, e dal dottor Hanan Al Suwaidi, chirurgo di volo, recentemente nominato in questa posizione grazie a una partnership tra MBRSC e l’Università Mohammed Bin Rashid University per la Medicina e Scienze della Salute.

Durante questo periodo, l'Agenzia Medico-Biologica Federale Russa (FBMA) è pienamente responsabile della loro salute e lavorerà per proteggere gli astronauti dalle malattie ed evitarne la diffusione nella ISS. La FBMA è responsabile di impedire ai germi di entrare nelle loro strutture terrestri e spaziali, oltre a effettuare una sterilizzazione completa contro i microbi. Le strutture e gli strumenti che utilizzano sono soggetti a frequenti sterilizzazioni, inclusi alloggi, autobus e siti di formazione.

Gli esperti di FBMA prelevano costantemente campioni di laboratorio da varie strutture e strumenti per verificare la presenza di germi e impedire loro di spostarsi verso il veicolo spaziale, la ISS e verso lo spazio in generale.

Prima del lancio, Al Mansoori si preparerà a prendere i suoi oggetti personali, come foto di famiglia e alcuni ricordi, oltre alla bandiera e i loghi degli Emirati Arabi Uniti, utilizzando codici specifici, con il timbro dell'MBRSC apposto su di essi, in preparazione per inserirsi all'interno del Soyuz MS-15.

Al Mansoori porterà la bandiera degli Emirati Arabi Uniti fatta al 100% di seta, una foto del defunto Sheikh Zayed bin Sultan Al Nahyan con una delegazione di astronauti dell'Apollo, una copia del Sacro Corano, "La Mia Storia" di Sua Altezza lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Vice Presidente e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e Sovrano di Dubai, il cui primo capitolo parla della storia del giorno in cui Sua Altezza ha annunciato il lancio del Programma Astronauti degli Emirati Arabi Uniti, e il libro di MBRSC The Race to Space.

Tradotto da: G. Mohammed.

http://wam.ae/en/details/1395302785550

WAM/Italian