Gli attacchi informatici regionali aumentano esponenzialmente, afferma un esperto

video imaggini

ABU DHABI, 11 settembre 2019 (WAM) - Un esperto di sicurezza informatica ha affermato che gli attacchi informatici e le violazioni delle infrastrutture critiche in Medio Oriente stanno aumentando in modo esponenziale, sfruttando gli attori che vogliono flettere il loro dominio nella regione.

Il vicepresidente senior per i servizi gestiti di Darkmatter, Eric Eifert, ha affermato che la regione sta crescendo enormemente in termini di innovazione e nuove tecnologie al di fuori del settore petrolifero e del gas. "Vediamo un aumento degli investimenti nelle energie rinnovabili - solare ed eolica" e, di conseguenza, "stiamo vedendo avversari a livello globale che vogliono colpire quella proprietà intellettuale" per usarla per lo spionaggio economico.

"La regione è molto interessante in quanto vi sono vari attori della minaccia che hanno buone capacità dal punto di vista degli attacchi informatici", ha dichiarato il rappresentante di Darkmatter alla Agenzia di Stampa degli Emirati, WAM.

Una relazione recentemente pubblicata dalla società di sicurezza informatica evidenzia lo spionaggio ed il sabotaggio come due tecniche principali utilizzate per cercare l'accesso illecito a credenziali ed informazioni di identificazione personale per facilitare gli attacchi successivi.

Questi attacchi possono avere un impatto sull'infrastruttura critica, ha spiegato, osservando che diversi avversari vogliono colpire l'infrastruttura usando attacchi informatici come "mossa per attacchi distruttivi." Ha citato, ad esempio, l'incidente di Aramco in Arabia Saudita in cui i sistemi informatici sono stati distrutti fisicamente ed hanno dovuto essere sostituiti.

Tali attacchi hanno anche un impatto operativo sulle capacità delle infrastrutture, con conseguente riduzione della produzione e della distribuzione, ha continuato Eifert. Un colpo su una di queste attività di infrastruttura critica potrebbe sconvolgere l'industria e danneggiare l'economia.

La relazione sulla sicurezza informatica di Darkmatter, pubblicata a giugno, rileva che la metà di tutti gli attacchi informatici in Medio Oriente è indirizzata al settore petrolifero e del gas, con una stima del 75% delle compagnie petrolifere e del gas locali che hanno compromesso l'ambiente tecnologico operativo.

"Quello che stiamo vedendo è che quei vettori di attacco vengono sfruttati sia come guadagnare un punto d'appoggio in alcune infrastrutture critiche come una sorta di preposizionamento per un'escalation di tensioni - dove possono sia usarlo come meccanismo per interrompere il governo o interrompere la critica infrastruttura", o anche come mezzo per gli attori" per flettere il loro potere o dominio nella regione", ha osservato Eifert.

Ha avvertito che tali azioni potrebbero avere un impatto "catastrofico" sulla regione, aggiungendo che possono anche essere utilizzate come mezzo per "influenzare la politica all'interno di un altro paese", utilizzando metodologie per influenzare la popolazione locale, nonché prospettive globali sulla Regione.

Commentando l'impatto economico che tali attacchi possono avere, Eifert ha dichiarato: "Stiamo parlando di miliardi, se non trilioni di dollari. Tutto ciò che potrebbe influire sulla produzione e sulla distribuzione, solo dal punto di vista operativo, è eccezionale".

Ha spiegato che se una turbina a gas avesse subito un attacco informatico, ci sarebbero voluti dai quattro ai cinque anni per sostituire quella risorsa. Ciò, ha aggiunto, non ha solo un impatto monetario diretto ma implica anche una perdita di reputazione in cui viene compromessa anche la fiducia dei clienti nelle istituzioni.

"La mia più grande preoccupazione è qualsiasi cosa abbia un impatto sull'umanità, sulla salute e sul benessere della popolazione umana", ha sottolineato Eifert, aggiungendo che gli attacchi informatici "potrebbero avere un effetto drastico sul nostro modo di vivere".

Il rappresentante di Darkmatter ha affermato che l'industria della sicurezza informatica sta ora creando le giuste tecnologie che forniscono visibilità per comprendere il rischio e le minacce derivanti dagli attacchi informatici. "Ciò che i governi e le altre parti interessate devono capire è che esiste una minaccia credibile là fuori, e vedremo cose come l'incidente ucraino in cui l'alimentazione elettrica ucraina è caduta per diverse ore durante l'inverno".

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302785708

WAM/Italian