La riunione IORA si apre con l'impegno degli Emirati Arabi Uniti di "rinvigorire" l'obiettivo di un Fondo di sviluppo IORA


ABU DHABI, 7 novembre 2019 (WAM) - La diciannovesima riunione del Consiglio dei Ministri dell'Associazione dell'Oceano Indiano, IORA, si è aperta qui oggi con gli Emirati Arabi Uniti che hanno preso il posto del Sud Africa come presidente per i prossimi due anni, impegnandosi a lavorare per "rinvigorire" l'obiettivo di creare un fondo di sviluppo IORA.

In un discorso inaugurale, Ahmed Ali Al Sayegh, Ministro di Stato, ha dichiarato ai Ministri e ad altri delegati che gli Emirati Arabi Uniti sono "incredibilmente orgogliosi di ospitare e presiedere IORA, l'unica organizzazione a livello ministeriale che si concentra esclusivamente sulla regione dell'Oceano Indiano".

Nell’ambito degli sforzi per promuovere la prosperità nella regione dell'Oceano Indiano durante la loro presidenza, Al Sayegh ha dichiarato: "Gli Emirati Arabi Uniti hanno scelto di concentrarsi sui tre settori prioritari chiave: sicurezza marittima, facilitazione degli scambi e degli investimenti e turismo e scambi culturali, oltre alle due aree di interesse della Blue Economy e dell'empowerment economico femminile ".

"Per sottolineare ulteriormente il nostro impegno a promuovere il ruolo di IORA", ha aggiunto, "è con grande piacere che annuncio la nostra intenzione di rinvigorire e far avanzare uno degli obiettivi di lunga data di IORA: un fondo di sviluppo IORA. "È ferma convinzione degli Emirati Arabi Uniti che un tale fondo sia essenziale per realizzare il grande potenziale economico del Bcino dell'Oceano Indiano di cui tutti abbiamo parlato per così tanto tempo".

L'incontro si svolge sotto il tema "Promuovere un destino condiviso e un percorso verso la prosperità nell'Oceano Indiano". Il suo ultimo membro, Le Maldive, che si è unito l'anno scorso, ha firmato lo Strumento di Accettazione dell'Accordo IORA durante la sessione di apertura.

IORA ha 22 nazioni membri e nove partner di dialogo, tutti i quali, ha osservato Al Sayegh, "sono legati da crescenti legami economici e commerciali e da un interesse condiviso volto a promuovere prosperità, pace e stabilità nella regione dell'Oceano Indiano" la cui segreteria ha sede a Mauritius.

All'incontro di oggi, l'Indonesia, Presidente IORA dal 2015 al 2017, si è dimesso dalla "Troika" che guida il lavoro dell'associazione, e viene sostituito dal Bangladesh, che succederà agli Emirati Arabi Uniti come Presidente IORA nel 2021.

Segue il testo completo del discorso del Ministro.

"Eccellenze, signore e signori, sono onorato di darvi il benvenuto ad Abu Dhabi, la capitale degli Emirati Arabi Uniti, nella 19a riunione del Consiglio dei ministri.

Desidero rivolgere un benvenuto speciale ai ministri e ai capi delegazione presenti ed esprimere il mio sincero apprezzamento alla Repubblica di Indonesia e alla Repubblica del Sudafrica, con cui abbiamo lavorato a stretto contatto nell'ambito della Troika.

Mentre l'Indonesia lascia la Troika e continua il suo ruolo attivo nella diplomazia dell'Oceano Indiano, diamo il benvenuto alla Repubblica popolare del Bangladesh come nuovo vicepresidente. Vorrei inoltre esprimere i miei sinceri ringraziamenti all'Ambasciatore dott. Nomvuyo Nokwe, Segretario Generale dell’IORA, che ha lavorato instancabilmente per gestire il Segretariato IORA e supportare l'effettuare della visione del Presidente per IORA. Vorrei anche ringraziare il Ministro delle Relazioni Internazionali del Sudafrica, Sua Eccellenza dott. Naledi Pandor, per i risultati raggiunti dal suo paese nel migliorare lo status di IORA a livello internazionale, nonché per i progressi concreti realizzati nella creazione del gruppo di lavoro sulla sicurezza marittima e la realizzazione di un protocollo d'intesa sulla Ricerca e il Salvataggio.

Vorrei dare il benvenuto al Ministro degli Esteri della Repubblica delle Maldive, Sua Eccellenza Abdulla Shahid. Siamo onorati di dare il benvenuto alle Maldive come ultimo membro di IORA e siamo lieti di avere la loro prima partecipazione al Consiglio dei Ministri.

Signore e signori, ventidue anni fa, quando IORA è stato lanciato ufficialmente nella Repubblica di Mauritius, è stata impensabile una stretta collaborazione tra le nostre nazioni lontane e diverse. Ora, sembrerebbe, tutto è possibile.

Mentre gli Emirati Arabi Uniti assumono le responsabilità di presidenza di IORA, spero che possiamo consolidare e basarci sui numerosi successi dell'Associazione. Siamo incredibilmente orgogliosi di ospitare e presiedere IORA, l'unica organizzazione a livello ministeriale che si concentra esclusivamente sulla regione dell'Oceano Indiano. IORA riunisce 22 nazioni membri e nove partner di dialogo, legati da crescenti legami economici e commerciali e da un interesse condiviso nel promuovere prosperità, pace e stabilità nella regione dell'Oceano Indiano.

Detto ciò, la Presidenza degli Emirati Arabi Uniti porterà avanti IORA sotto il tema "Promozione di un Destino Condiviso e Percorso Per la Prosperità nell'Oceano Indiano".

Abbiamo scelto e abbracciato questo tema nella speranza di formare una nuova narrativa per la regione - una di integrazione e comprensione che cerchi di sfruttare le opportunità presentate da interessi comuni e diversi punti di forza demografici ed economici complementari.

Nell'ambito dei nostri sforzi per promuovere la prosperità nell'Oceano Indiano, gli Emirati Arabi Uniti hanno scelto di concentrarsi sulle tre aree prioritarie chiave di sicurezza marittima, facilitazione degli scambi e degli investimenti e scambio turistico e culturale, nonché le due aree di interesse del Blue Economy e Empowerment economico delle donne.

Per sottolineare ulteriormente il nostro impegno nel promuovere il ruolo di IORA, è con grande piacere che annuncio la nostra intenzione di rinvigorire e far avanzare uno degli obiettivi di lunga data di IORA: un fondo di sviluppo IORA. È ferma convinzione degli Emirati Arabi Uniti che un simile fondo sia essenziale per realizzare il grande potenziale economico dell'Oceano Indiano di cui abbiamo tutti parlato per così tanto tempo.

È giunto il momento per tutti noi di lavorare insieme per costruire un futuro migliore per questa regione e per accelerare lo sviluppo, con particolare attenzione ai paesi meno sviluppati dell'Oceano Indiano.

Comprendiamo che le grandi distanze tra noi derivano da diversi imperativi di sviluppo economico e aree di competenza. Per utilizzare questa forza nella diversità, gli Emirati Arabi Uniti invitano gli Stati membri a contribuire alla progettazione e all'attuazione di questo fondo con le loro competenze e finanziamenti.

Signore e signori, Gli Emirati Arabi Uniti desiderano lasciare un'eredità duratura per IORA. Un'eredità che non solo consente a IORA di realizzare il suo potenziale di organizzazione regionale significativa a livello globale, ma che unisce i nostri paesi nello spirito di cooperazione.

Mentre guardiamo all'ordine del giorno della 19a riunione del Consiglio dei Ministri oggi, spero che possiamo lavorare insieme per trovare soluzioni alle sfide comuni nel commercio e negli investimenti, rafforzare il dialogo sulla sicurezza e la protezione dell'Oceano Indiano e continuare a compiere progressi positivi nel raggiungimento degli obiettivi regionali più ampi della IORA.

Ancora una volta, benvenuti ad Abu Dhabi e non vedo l'ora di lavorare a stretto contatto con ciascuno di voi per contribuire alla costruzione di un pacifico e prospero Oceano Indiano.

Grazie".

Tradotto da: G. Mohammed.

http://wam.ae/en/details/1395302800864

WAM/Italian