lunedì 28 settembre 2020 - 11:45:55 sera

Gli Emirati Arabi Uniti sono pienamente impegnati nei nobili valori di tolleranza e coesistenza pacifica: Nahyan bin Mubarak

  • وطن التسامح العالمي يحتضن أكبر تظاهرة ثقافية أممية لتفعيل قيم التسامح
  • وطن التسامح العالمي يحتضن أكبر تظاهرة ثقافية أممية لتفعيل قيم التسامح
  • وطن التسامح العالمي يحتضن أكبر تظاهرة ثقافية أممية لتفعيل قيم التسامح
  • وطن التسامح العالمي يحتضن أكبر تظاهرة ثقافية أممية لتفعيل قيم التسامح
  • وطن التسامح العالمي يحتضن أكبر تظاهرة ثقافية أممية لتفعيل قيم التسامح
  • وطن التسامح العالمي يحتضن أكبر تظاهرة ثقافية أممية لتفعيل قيم التسامح
  • وطن التسامح العالمي يحتضن أكبر تظاهرة ثقافية أممية لتفعيل قيم التسامح
  • وطن التسامح العالمي يحتضن أكبر تظاهرة ثقافية أممية لتفعيل قيم التسامح
video imaggini

ABU DHABI, 9 dicembre 2019 (WAM) - La tolleranza negli Emirati Arabi Uniti sta vivendo in pace con gli altri, rispettando le loro credenze e culture e proteggendo i loro luoghi di culto, con la consapevolezza consapevole che il pluralismo e la diversità sono fonti di forza per l'uomo società, ha dichiarato lo sceicco Nahyan bin Mubarak Al Nahyan, ministro della tolleranza, mentre inaugura la sesta Assemblea annuale del Forum per la promozione della pace nelle società musulmane ad Abu Dhabi, con la partecipazione di leader religiosi e pensatori spirituali di tutto il mondo.

"La tolleranza negli Emirati Arabi Uniti sottolinea anche l'importanza di diffondere la conoscenza tra la comunità, che è una forte espressione del desiderio della leadership e delle persone di offrire libertà e vite dignitose a tutti i residenti. I leader e le persone degli Emirati Arabi Uniti sono pienamente impegnati nei nobili valori condivisi dai figli di Adam perché ci rendiamo conto che promuovere la tolleranza nel paese non è solo un dovere morale, ma è anche la chiave per l'innovazione e uno strumento essenziale per raggiungere lo sviluppo sostenibile globale ", lo sceicco Nahyan ha raccontato l'incontro interreligioso di tre giorni, che si tiene sotto il patrocinio di Sua Altezza lo sceicco Abdullah bin Zayed Al Nahyan, ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale.

La squadra dell'Assemblea del 2019 è "Il ruolo delle religioni nella promozione della tolleranza: dalla possibilità alla necessità". I delegati discuteranno ed esamineranno la domanda centrale: come possiamo promuovere i principi di tolleranza che sono così necessari per il mondo moderno? Qual è il ruolo della religione? Qual è il ruolo della legge? Qual è il ruolo della società? Qual è il ruolo dell'educazione? Religioni nella promozione della tolleranza: dalla possibilità alla necessità ". I delegati discuteranno ed esamineranno la domanda centrale: come possiamo promuovere i principi di tolleranza che sono così necessari per il mondo moderno? Qual è il ruolo della religione? Qual è il ruolo della legge? Qual è il ruolo della società? Qual è il ruolo dell'educazione? "Il concetto di tolleranza negli Emirati Arabi Uniti è chiaro, grazie ad Dio Onnipotente, in tutte le sue parti, grazie ai suoi leader saggi e leali e alle sue persone pacifiche e tolleranti. Dio Onnipotente ha reso onore agli Emirati Arabi Uniti e ha concesso ai suoi leader saggezza e lungimiranza, a partire dal padre fondatore, il defunto sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan, che era aperto al mondo, interagiva positivamente con tutti ed era desideroso di radicare i valori della tolleranza, coesistenza ed uguaglianza nella legge. Ecco perché lo sceicco Zayed è stato un esempio di giustizia, compassione, unità, coraggio e responsabilità. L'impegno degli Emirati Arabi Uniti verso questi valori e principi è stato perseguito dal presidente Sua Altezza lo sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahyan, da Sua Altezza lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, il Vice Presidente, Primo Ministro e Sovrano di Dubai e Sua Altezza lo Sceicco Mohamed bin Zayed Al Nahyan, principe ereditario di Abu Dhabi e vice comandante supremo delle forze armate, insieme agli altri leader degli Emirati Arabi Uniti '', ha aggiunto.

"Ciò si è riflesso durante la visita papale negli Emirati Arabi Uniti all'inizio di quest'anno di Sua Santità Papa Francesco, Capo della Chiesa cattolica, e il dottore Ahmed Al Tayeb, Grand Imam di Al Azhar, che hanno entrambi firmato il Documento per la Fraternità umana. Questa visita storica è stata promossa e sponsorizzata dalla saggezza e dal pensiero illuminato di Sua Altezza lo sceicco Mohamed bin Zayed, confermando che noi negli Emirati Arabi Uniti rispettiamo tutte le religioni e le credenze e miriamo sempre a incoraggiare la comunicazione, l'unità e il dialogo tra i popoli senza distinzioni ", continua aggiunto.

Lo sceicco Nahyan ha anche chiesto ai partecipanti al forum di annunciare che tutte le religioni e le credenze fondano società basate su affetto, compassione, coesistenza, comunicazione, sicurezza e stabilità.

Lo sceicco Abdullah bin Bayyah, Presidente del Forum, ha osservato che il Sesto Forum vede una proporzione graziosa di spazio, tempo e titolo, il titolo è "tolleranza", il momento è "l'anno della tolleranza" e il luogo la "casa di tolleranza globale ", gli Emirati Arabi Uniti. Tutto ciò rende il forum un incontro culturale internazionale per eccellenza ".

Bin Bayyah ha dichiarato: "Aumentare la tolleranza dal riconoscimento alla conoscenza è un nuovo concetto che ripristina la tolleranza, ed è il titolo del palcoscenico storico che ci unisce, i bambini della famiglia di Abramo".

Bin Bayyah ha indicato che la "Nuova alleanza della virtù", la cui carta verrà lanciata e firmata domani, cerca un dialogo volto a una felice convivenza, in quanto è una necessità e un dovere che tutte le religioni sostengono.

Ha anche sottolineato: "La nostra alleanza è un'alleanza di virtù e valori condivisi, i cui firmatari cercano di rappresentare questi valori nelle loro relazioni e di chiedere la loro conformità nella vita delle persone".

Bin Bayyah ha dichiarato: "La carta guida tutte le alleanze e le convenzioni internazionali che cercano di realizzare e promuovere la pace e promuovere lo spirito di armonia e fraternità tra paesi e popoli, in quanto si basa su tutti i documenti e le dichiarazioni che l'hanno preceduta, come come la Dichiarazione di Marrakech sui diritti delle minoranze religiose, le dichiarazioni di Abu Dhabi e Washington, il Documento sulla Fraternità umana per la pace e la vita nel mondo e la Dichiarazione della Mecca ".

In una dichiarazione pre-evento, il Forum ha affermato che lo statuto mira a elevare la libertà religiosa, la cooperazione e la tolleranza dalle semplici possibilità ai necessari impegni etici e obblighi legali, in particolare in relazione alla protezione dei luoghi di culto i cui attacchi hanno minacciato la libertà di religione in molte parti del mondo.

L'alleanza originale della virtù (Hilf al-Fudul) è stata istituita all'inizio del VII secolo d.C. (fine del I secolo a.C.) La Mecca, per difendere i deboli e gli innocenti contro la rapacità di coloro che erano più potenti.

Lo scorso febbraio a Washington DC, lo sceicco Abdullah bin Bayyah, ha guidato un gruppo di oltre 200 persone appartenenti alle tre fedi abramitiche e altre, comprendendo leader religiosi e politici di alto livello nel creare la moderna Alleanza della virtù tra le religioni.

La carta della Nuova Alleanza di virtù segue il modello dell'originale su scala globale. Riunisce quelli di buona volontà a beneficio dell'umanità, uno sforzo attraverso le religioni per consentire ai suoi membri di vivere fianco a fianco in pace e felicità.

La carta non mira a colmare le differenze teologiche, i membri coopereranno invece sulla base di una teologia comune della dignità umana data da Dio, cercando la virtù a beneficio di tutti.

Tradotto da: G. Mohamed.

http://www.wam.ae/en/details/1395302809189

WAM/Italian