Il futuro sembra promettente, afferma la prima presidente femminile di UAEAF

  • سحر العوبد لـ"وام": رئاستي لاتحاد ألعاب القوى ترجمة لجهود الدولة لتمكين المرأة الإماراتية
  • سحر العوبد لـ"وام": رئاستي لاتحاد ألعاب القوى ترجمة لجهود الدولة لتمكين المرأة الإماراتية
  • سحر العوبد لـ"وام": رئاستي لاتحاد ألعاب القوى ترجمة لجهود الدولة لتمكين المرأة الإماراتية

DUBAI, 6 gennaio 2020 (WAM) - L'ultimo anno ha visto le donne degli Emirati aprire una nuova strada, quando Sahar Al Obad è stata nominata la prima presidente femminile della Federazione Atleti degli EAU, UAEAF.

Intervistata dalla Agenzia di Stampa degli Emirati, WAM, Al-Obad ha affermato che è normale vedere una donna che dirige la federazione dell'atletica leggera, altamente percepita come uno sport dominato dagli uomini.

"Per me, diventare la prima donna a capo dell'UAEAF è il culmine della visione degli Emirati Arabi Uniti per l'emancipazione delle donne. Le donne degli Emirati stanno già assumendo posizioni elevate. Abbiamo donne ministri, membri del Consiglio nazionale federale, dottori, piloti e così via", ha osservato Al Obad.

Sono un'atleta fin dalla mia infanzia, ha continuato. Le donne degli Emirati sono molto fortunate, grazie all'approccio visionario della nostra leadership e al sostegno illimitato di Sua Altezza Sheikha Fatima bint Mubarak, presidente dell'Unione generale delle donne (GWU), presidente del Consiglio supremo per la maternità e l'infanzia e presidente supremo della Fondazione per lo sviluppo familiare (DFF). Incoraggio tutte le donne negli Emirati, a dedicarsi allo sport e credo che siamo ben qualificate e posizionate per guidare in questo campo."

Sul perché ha optato per l'atletica, ha detto: "Sono un'atleta nata. Prima di entrare nella direzione, avevo giocato a pallacanestro e mi ero allenata a correre. Sono stata un membro degli Emirati Arabi Uniti per 12 anni e prima di allora, ho diretto il comitato delle donne per l'Associazione Pallacanestro EAU. Dopo essermi laureata nel 2000, sono diventata membro del Comitato sportivo femminile nel club femminile di Sharjah."

Alla domanda sulle sue priorità come Presidente degli Emirati Arabi Uniti, Al Obad ha affermato che fin dal primo giorno, lei e gli altri membri della federazione si sono impegnati a fissare obiettivi per il progresso e la promozione dell'atletica negli Emirati Arabi Uniti.

"Abbiamo 22 club che sono attualmente attivi in varie competizioni e abbiamo il giusto pool di atleti giovani e di talento. Tutto quello che posso dire ora è che il futuro sembra promettente per l'atletica degli Emirati Arabi Uniti. Il mese scorso abbiamo organizzato quattro gare di sci di fondo a Meliha, Khorfakkan e Al Jazira Al Hamra e venerdì scorso abbiamo anche tenuto il Campionato Vice Presidente per tutte le età ed i risultati sono stati molto positivi."

A febbraio, l'UAEAF darà il via ufficialmente alla stagione locale per atletica leggera, con gare di corsa, media distanza e pista di lunga distanza, nonché tiro a segno, discus, giavellotto e lancio del martello. Inoltre, ci sono campionati regionali e internazionali in Kuwait, Tunisia e Cina.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://www.wam.ae/en/details/1395302814404

WAM/Italian