martedì 11 agosto 2020 - 5:59:08 sera

Il Sovrano ed il Principe Ereditario di Ajman esprimono orgoglio negli sforzi degli Emirati per garantire il successo della Sonda Speranza

  • حاكم عجمان وولي عهده يوقعان على القطعة الأخيرة من " مسبار الأمل"
  • حاكم عجمان وولي عهده يوقعان على القطعة الأخيرة من " مسبار الأمل"
  • حاكم عجمان وولي عهده يوقعان على القطعة الأخيرة من " مسبار الأمل"
  • حاكم عجمان وولي عهده يوقعان على القطعة الأخيرة من " مسبار الأمل"
video imaggini

AJMAN, 14 gennaio 2020 (WAM) - Sua Altezza Sheikh Humaid bin Rashid Al Nuaimi, membro del Consiglio supremo e sovrano di Ajman, e Sua Altezza Sheikh Ammar bin Humaid Al Nuaimi, principe ereditario di Ajman e presidente del Consiglio esecutivo di Ajman, hanno espresso il loro orgoglio agli sforzi della gioventù degli Emirati per garantire il successo del progetto Sonda di Speranza.

Il progetto rappresenta progressi nell'esplorazione di Marte e nello sviluppo del settore spaziale.

Hanno fatto le loro dichiarazioni mentre oggi si incontravano con diversi membri della Missione Marte degli Emirati, EMM, e firmando l'ultimo pezzo della sonda Speranza, che porta i nomi dei membri del Consiglio supremo delle loro altezze e sovrani degli Emirati ed è decorato con la frase, "Il potere della speranza accorcia la distanza tra Terra e cielo."

Lo sceicco Humaid e lo sceicco Ammar hanno affermato che il paese ha bisogno di cittadini qualificati in grado di dimostrare che gli Emirati Arabi Uniti hanno scienziati, esperti e innovatori in tutte le aree, in particolare nel settore spaziale, esortandoli a continuare le loro esplorazioni e risultati, per rafforzare la statura internazionale degli Emirati Arabi Uniti.

Hanno anche incoraggiato i membri della squadra a mostrare le loro competenze, a beneficio delle generazioni future e della comunità, rilevando l'importanza di investire nella gioventù da parte di università e centri di ricerca.

Durante l'incontro, lo sceicco Humaid e lo sceicco Ammar sono stati informati dalla squadra, guidata da Omran Anwar Ashraf, direttore dell'EMM, sui progetti del progetto e sui preparativi futuri. Hanno quindi elogiato gli sforzi della squadra.

La sonda sarà lanciata a luglio dal centro spaziale Tanegashima situato sull'isola meridionale del Giappone. Si prevede che raggiungerà Marte nel febbraio 2021, in concomitanza con la celebrazione del Giubileo d'oro da parte del paese, percorrendo 600 milioni di chilometri.

Il progetto, avviato a novembre 2015, rappresenta una svolta nella storia degli Emirati Arabi Uniti e fa parte delle attività ufficiali di esplorazione dello spazio del paese. È una delle 26 missioni che mirano a raggiungere Marte lanciate da nove paesi.

Il Centro Spaziale di Mohammed bin Rashid è responsabile della supervisione dei progressi della sonda.

La squadra, che comprende circa 150 ingegneri e ricercatori degli Emirati, ha completato i test scientifici richiesti e può lavorare in circostanze insolite, soprattutto perché la sonda dovrà viaggiare dalla Terra per orbitare su Marte e gestire l'ambiente unico di quest'ultimo. Raccoglierà anche dati scientifici su Marte per due anni, per rispondere a diverse importanti domande di ricerca.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302816084

WAM/Italian