La Corte di Arbitrazione Internazionale di Londra ordina a Gibuti di ripristinare immediatamente i diritti di DP World


DUBAI, 14 gennaio 2020 (WAM) - DP World ha vinto un'ulteriore udienza legale contro il governo di Gibuti sul container terminale Doraleh. Un tribunale della Corte Arbitrale Internazionale di Londra ha ordinato a Gibuti di ripristinare entro due mesi i diritti ed i benefici derivanti dall'accordo di concessione del 2006 con DP World e Container Terminale Doraleh SA, o di risarcire i danni.

Un esperto indipendente ha stimato le perdite per DP World a oltre 1 miliardo di dollari. La sentenza del Tribunale ha dichiarato che Gibuti aveva agito illegalmente quando aveva rimosso forzatamente DP World dalla gestione del terminale nel febbraio 2018, affermando di aver risolto l'accordo di concessione e trasferito le attività del Terminale ad un'entità di proprietà statale.

L'ultima sentenza del tribunale è la sesta sentenza sostanziale a favore di DP World presso la Corte di Arbitraggio Internazionale di Londra e la Corte Superiore di Inghilterra e Galles. Fino ad oggi tutti sono stati ignorati da Gibuti nonostante il contratto originale per la concessione sia stato scritto e regolato dalla legge inglese.

Il Container Terminale Doraleh è il più grande datore di lavoro e la più grande fonte di entrate nel paese e ha funzionato con profitto ogni anno sin dalla sua apertura. Il Container Terminale Doraleh è stato trovato da un tribunale inglese come un "grande successo" per Gibuti sotto la direzione di DP World.

DP World attende ora proposte da Gibuti su come intende conformarsi all'ultima sentenza legale. Se Gibuti non si conformerà alla sentenza, il Tribunale ha dichiarato che procederà all'emissione di un risarcimento danni.

DP World è uno dei principali promotori del commercio globale e parte integrante della catena di approvvigionamento. Gestisce molteplici attività correlate - dai terminali marittimi e interni, servizi marittimi, servizi logistici e accessori a soluzioni commerciali basate sulla tecnologia.

Con un portafoglio di 78 terminali marittimi e interni operativi supportati da oltre 50 attività commerciali in oltre 40 paesi in sei continenti con una presenza significativa sia in mercati ad alta crescita che in mercati maturi, la società intrattiene forti relazioni con i governi di tutto il mondo, lavorando in partnership per rafforzare le economie attraverso gli investimenti in infrastrutture e l'implementazione di soluzioni commerciali intelligenti Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302816115

WAM/Italian