Emirati Arabi Uniti sono un ponte per promuovere la cultura coreana in Medio Oriente: il ministro coreano

  • 2190417076984717178
  • 7331d397-69b9-4f0e-aad7-0eb40da81373.jfif

ABU DHABI, 12 febbraio 2020 (WAM) - Dotati di abbondanti risorse culturali e un'economia su larga scala, gli Emirati Arabi Uniti fungeranno da ponte per promuovere la cultura coreana in altri paesi del Medio Oriente, secondo un alto funzionario sudcoreano.

"Gli Emirati Arabi Uniti sono il primo paese partner della Corea per il "dialogo culturale" in Medio Oriente e hanno mostrato un interesse attivo per la cultura coreana", ha scritto Park Yang-woo, ministro della Cultura, dello sport e del turismo, in un editoriale pubblicato sul quotidiano coreano Dong-A Ilbo, uno dei tre principali quotidiani in Corea con una diffusione giornaliera di oltre 1,2 milioni.

"La convergenza delle nostre risorse culturali sarà una forza trainante che arricchirà la cultura sia della Corea che degli Emirati Arabi Uniti, portando a scambi politici ed economici più dinamici con gli Emirati Arabi Uniti e altri paesi del Medio Oriente", ha aggiunto.

Durante la sua recente visita negli Emirati Arabi Uniti per celebrare la designazione del "Dialogo culturale 2020 tra Emirati Arabi Uniti e Corea" e per discutere le misure politiche volte a rafforzare la cooperazione bilaterale, il Ministro ha espresso l'eccitazione e la gioia mentre guardava le tradizionali esibizioni degli Emirati.

"Ho anche sentito un legame molto speciale quando mi sono unito agli artisti locali sul palco per la danza 'Al Ayala', che è simile alla danza coreana 'Ganggangsullae'", ha ricordato Park.

Gli Emirati Arabi Uniti hanno anche una cultura "Majlis" che è molto simile alla cultura coreana "Sarangbang", ha sottolineato.

Majlis è un raduno comunitario in cui le persone si riuniscono per parlare di questioni sociali di ampio respiro, collegando generazioni diverse. Lo spirito coreano di "Jeong", che è apertura alle diverse generazioni e cura degli altri è molto vivo nel Majlis, ha spiegato.

Nel marzo 2018, le relazioni bilaterali tra la Corea e gli Emirati Arabi Uniti sono state elevate a un "partenariato strategico speciale" dopo la visita del Presidente coreano Moon Jae-in negli Emirati Arabi Uniti nel marzo 2018.

A seguito della visita di Sua Altezza lo sceicco Mohamed bin Zayed Al Nahyan, principe ereditario di Abu Dhabi e vice comandante supremo delle forze armate degli Emirati Arabi Uniti, in Corea nel febbraio 2019, è stata istituita una solida piattaforma per lo sviluppo della cooperazione bilaterale, ha dichiarato Park.

"Durante la mia visita, ho incontrato Mohammed Al Kaabi, [ministro della cultura e dello sviluppo della conoscenza] di Sua Eccellenza Noura, e i nostri partner del suo ministero che hanno accolto calorosamente la delegazione coreana e mostrato vivo interesse per la Corea.

"Ho anche avuto la possibilità di incontrare membri del "Club Coreano" presso l'Università di Zayed, nonché studenti dell'Istituto di King Sejong che imparano la lingua coreana, motivati dal loro interesse per la cultura coreana", ha ricordato.

"Queste interazioni mi hanno permesso di intravedere il forte potenziale degli sviluppi culturali tra la Corea e gli Emirati Arabi Uniti. C'è un idioma coreano "Jigijiwoo" che viene usato per descrivere amici intimi che si capiscono e credo che la vera amicizia inizi dal conoscersi meglio.

"Il "Dialogo culturale 2020 tra Corea e Emirati Arabi Uniti" presenterà diversi aspetti della cultura coreana agli Emirati Arabi Uniti, andando oltre l'ondata coreana [popolarità globale dell'economia culturale della Corea del Sud] e la sua attenzione sulla cultura popolare e, al contrario, introdurrà Cultura degli Emirati per il popolo coreano, dandoci l'opportunità di approfondire la comprensione reciproca.

"La cultura aprirà la strada nel garantire che la Corea e i 40 anni di relazione tra gli Emirati Arabi Uniti si trasformino in un vero e proprio "Jigijiwoo", ha concluso.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302823339

WAM/Italian