sabato 26 settembre 2020 - 8:12:43 sera

MBZUAI, Istituto della Scienza di Weizmann collaborano alla ricerca sull'IA


ABU DHABI, 13 settembre 2020 (WAM) - L'Università di Intelligenza Artificiale di Mohamed bin Zayed, MBZUAI, negli Emirati Arabi Uniti e l'Istituto israeliano della Scienza di Weizmann hanno firmato un Memorandum di Intesa, che vedrà i due istituti di istruzione superiore lavorare insieme una serie di campi, con l'obiettivo di far avanzare lo sviluppo e l'uso dell'intelligenza artificiale, IA, come strumento di progresso.

Il MoU, che è il primo del suo genere ad essere firmato tra due istituti di istruzione superiore degli Emirati Arabi Uniti e Israele, copre una gamma di opportunità di collaborazione, inclusi programmi di scambio di studenti e borsisti post-dottorato, conferenze e seminari, varie forme di scambio tra ricercatori, condivisione delle risorse informatiche e creazione di un istituto virtuale congiunto per l'intelligenza artificiale.

Ciò segue lo storico accordo di Accordo di Pace, che stabilisce la piena normalizzazione delle relazioni tra Emirati Arabi Uniti e Israele. L'accordo di svolta diplomatica porterà alla cooperazione tra i due paesi in materia di investimenti, turismo, voli diretti, sicurezza, telecomunicazioni, tecnologia, energia, sanità, cultura, ambiente, l'istituzione di ambasciate reciproche e altre aree di reciproco vantaggio.

Il MoU è stato firmato virtualmente dal Dott. Sultan bin Ahmed Al Jaber, Ministro dell'Industria e della Tecnologia Avanzata e Presidente del Consiglio di Amministrazione di MBZUAI, e dal Presidente dell'Istituto Weizmann, Professor Alon Chen, e hanno partecipato funzionari dell'Istituto Weizmann e della MBZUAI.

L'Università di Intelligenza Artificiale di Mohamed bin Zayed, fondata nel 2019, è la prima università al mondo di intelligenza artificiale basata sulla ricerca. Con sede ad Abu Dhabi, l'Università offre programmi di master e dottorato nei settori della visione artificiale, dell'apprendimento automatico e dell'elaborazione del linguaggio naturale. MBZUAI, prevedendo che la sua prima coorte di studenti inizi a gennaio 2021, sta introducendo un nuovo modello di università e ricerca nel campo dell'IA, fornendo agli studenti e ai docenti l'accesso ad alcuni dei sistemi di intelligenza artificiale più avanzati al mondo per liberare il pieno potenziale della tecnologia per sviluppo economico e sociale.

L'Istituto della Scienza di Weizmann a Rehovot, Israele, è uno degli istituti di ricerca multidisciplinare di primo livello al mondo e offre master e dottorati in cinque facoltà. È noto per la sua ampia esplorazione delle scienze naturali ed esatte. Gli scienziati dell'Istituto stanno portando avanti la ricerca sul cervello umano, l'intelligenza artificiale, l'informatica e la crittografia, l'astrofisica e la fisica delle particelle. Inoltre, stanno affrontando malattie come il cancro e stanno aiutando ad invertire il cambiamento climatico attraverso le scienze ambientali, oceaniche e vegetali e altro ancora.

La collaborazione farà progredire il progetto di punta di Weizmann, l'Impresa di Intelligenza Artificiale per la Scoperta della Scienza, che si baserà sull'importanza dell'Istituto in matematica e informatica, e attiverà il potenziale dell'IA per accelerare l'acquisizione di conoscenze in attività ad alto contenuto di dati come la biomedicina, la ricerca ambientale, chimica, astrofisica, educazione e altro ancora.

Il dottor Al Jaber ha dichiarato: "In qualità di università pionieristica, MBZUAI cerca collaborazioni con leader nei rispettivi settori per promuovere la nostra comprensione scientifica collettiva e spingere i confini dell'innovazione tecnologica. Pertanto, accolgo con favore l'opportunità di collaborare con una struttura così rinomata come l'Istituto di Scienza Weizmann. Attraverso questo memorandum d'intesa possiamo sfruttare l'esperienza di entrambi i nostri istituti verso l'utilizzo dell'intelligenza artificiale per affrontare alcune delle sfide più urgenti del mondo, dal COVID-19 al cambiamento climatico e oltre".

Il professor Alon Chen, presidente dell'Istituto di Scienza di Weizmann, ha commentato: "Siamo entusiasti di avere l'opportunità di collaborare con questa istituzione unica e pionieristica e di far progredire insieme il campo dell'intelligenza artificiale. In qualità di neuroscienziato, credo che l'IA sia l'estensione del potere e della complessità del cervello umano nel regno digitale e le implicazioni saranno vaste, influenzando le nostre vite, la nostra salute e l'economia globale. Si dice che la scienza non conosca confini. Ho tutta la speranza che questa collaborazione, tra scienziati nella stessa regione, sarà un fulgido esempio di questa espressione e estenderà i confini della conoscenza umana".

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302869346

WAM/Italian