sabato 26 settembre 2020 - 5:48:33 sera

Satellite MeznSat: un nuovo traguardo degli Emirati nel settore spaziale


ABU DHABI, 13 settembre 2020 (WAM) - Gli Emirati Arabi Uniti continuano i loro risultati pionieristici nel settore spaziale, poiché presto lanceranno il satellite MeznSat su un razzo russo Soyuz.

MeznSat può essere aggiunto all'elenco dei satelliti posseduti e gestiti dagli EAU.

In questo rapporto, l'agenzia di stampa degli Emirati, WAM, metterà in evidenza gli sforzi nazionali decennali per sviluppare satelliti, con la partecipazione di molti giovani talentuosi cittadini degli Emirati Arabi Uniti ed in collaborazione con entità locali ed internazionali.

Gli Emirati Arabi Uniti possiedono molti satelliti ad alta capacità. Nel 2008, "DubaiSat-1" è stato lanciato per la prima volta per monitorare i cambiamenti climatici dal Centro Spaziale Mohammed bin Rashid.

Nel 2013 è stato lanciato "DubaiSat-2" per scopi di osservazione e monitoraggio e gli ingegneri emirati del centro hanno contribuito al suo sviluppo.

"Yah-1" è il primo satellite lanciato dalla Compagnia di Comunicazioni Satellitari Al Yah, con l'obiettivo di raggiungere diversi obiettivi, come la trasmissione di programmi TV e la fornitura di altri servizi commerciali a 62 milioni di telespettatori.

Nel 2012, "Yah-2" è stato lanciato per fornire servizi Internet via satellite "YahClick" a varie società ed individui in Medio Oriente, Africa e Asia centrale e sud-occidentale.

Nel 2018, "Yah-3" è stato lanciato per offrire servizi equivalenti in Sud America ed Africa occidentale.

"Nayif-1" è stato il primo satellite nanometrico ed il primo satellite educativo emiratino "CubeSat", lanciato nel 2017 dall'India per scopi educativi e sviluppato da un gruppo di studenti dell'Università americana di Sharjah e del Centro Spaziale Mohammed bin Rashid.

"KhalifaSat" è il primo satellite completamente sviluppato e prodotto negli Emirati Arabi Uniti ed è stato lanciato dal Centro Spaziale Tanegashima in Giappone nell'ottobre 2018.

Gli Emirati Arabi Uniti stanno anche sviluppando il primo satellite arabo congiunto, noto come "Satellite 813".

Secondo l'Agenzia spaziale degli Emirati Arabi Uniti, MeznSat è stato sviluppato da giovani cittadini degli Emirati dell’Università Khalifa e dell'Università americana di Ras Al Khaimah, che monitoreranno ed analizzeranno anche i dati inviati alla stazione di terraferma presso il laboratorio YahSat dell’Università Khalifa e la sub-stazione di terra presso l’Università Americana.

Durante l'annuncio del progetto, il Dott. Ing. Mohammed Nasser Al Ahbabi, direttore generale dell'Agenzia, ha sottolineato che MeznSat svolgerà un ruolo chiave nell'analisi dell'atmosfera e nel fornire informazioni e foto che aiuteranno a comprendere molte questioni che il pianeta deve affrontare.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302869584

WAM/Italian