domenica 29 novembre 2020 - 5:58:18 mattina

Mohammed bin Rashid annuncia che il secondo satellite sarà costruito da una squadra tutta emiratina

  • محمد بن راشد يعلن بدء العمل على تطوير وبناء ثاني قمر اصطناعي على يد فريق إماراتي بالكامل
  • محمد بن راشد يعلن بدء العمل على تطوير وبناء ثاني قمر اصطناعي على يد فريق إماراتي بالكامل
  • محمد بن راشد يعلن بدء العمل على تطوير وبناء ثاني قمر اصطناعي على يد فريق إماراتي بالكامل
  • محمد بن راشد يعلن بدء العمل على تطوير وبناء ثاني قمر اصطناعي على يد فريق إماراتي بالكامل

DUBAI, 28 ottobre 2020 (WAM) - Sua Altezza lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Vice Presidente e Primo Ministro degli Emirati Arabi Uniti e Sovrano di Dubai, ha annunciato oggi un nuovo progetto satellitare chiamato MBZ-SAT, che diventerà il secondo satellite degli Emirati sarà completamente sviluppato e costruito da un team di ingegneri degli Emirati dopo il KhalifaSat.

Sviluppato presso il Centro Spaziale di Mohammed Bin Rashid, MBRSC, a Dubai, MBZ-SAT dovrebbe essere lanciato nel 2023, rendendolo il satellite commerciale più avanzato della regione nel campo delle immagini satellitari ad alta risoluzione.

Sua Altezza lo sceicco Mohammed ha dichiarato: "Il settore spaziale è un settore strategico chiave che sosteniamo fortemente, grazie al suo ruolo nel migliorare la qualità della vita delle persone e nel fornire all'umanità soluzioni innovative per un futuro migliore. Con l'aiuto del nostro talento nazionale, possiamo aumentare il livello delle nostre ambizioni e continuare a sostenere gli sforzi internazionali nel campo della scienza spaziale per servire gli interessi della regione e del mondo".

Sua Altezza ha aggiunto: "Abbiamo scelto il nome MBZ-SAT per il nuovo satellite, che sarà progettato e sviluppato dalle competenze degli Emirati e porterà le iniziali di mio fratello Mohamed bin Zayed Al Nahyan, principe ereditario di Abu Dhabi e vice comandante supremo delle forze armate degli Emirati Arabi Uniti.

"Il nome è stato scelto in onore dei risultati a cui ha contribuito, di cui siamo orgogliosi tra le nazioni. Il nostro obiettivo è trarre pieno vantaggio dalla scienza spaziale e trovare nuove opportunità per sostenere lo sviluppo del nostro paese e della regione, e anche aiutare le società a superare le sfide ambientali e di sviluppo in modo che possano prosperare e progredire".

Il nome del satellite precedente, KhalifaSat, è stato scelto da Sua Altezza lo Sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum in onore di Sua Altezza lo Sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahyan, Presidente degli Emirati Arabi Uniti. Lanciato nello spazio nell'ottobre 2018, KhalifaSat è stato il primo satellite ad essere progettato e completamente sviluppato negli Emirati Arabi Uniti da un team al 100% degli Emirati. Il lavoro sul KhalifaSat è iniziato nel 2013 ed è stato il primo satellite ad essere sviluppato nel mondo arabo, inaugurando una nuova era nel campo della scienza spaziale e della tecnologia avanzata per la regione.

Quarto satellite per l'osservazione della Terra MBZ-SAT sarà dotato di un sistema automatizzato per organizzare le immagini 24 ore su 24, assicurando che fornisca i più elevati standard di qualità delle immagini satellitari destinate all'uso commerciale a livello globale. Questo progetto rafforzerà i partenariati degli Emirati Arabi Uniti nell'industria spaziale tra i settori pubblico e privato.

In quanto quarto satellite di osservazione della Terra sviluppato e lanciato da MBRSC, il progetto rafforzerà gli sforzi del Centro per espandere il proprio portafoglio di tecnologie e prodotti di imaging per agenzie governative ed enti commerciali di tutto il mondo. MBZ-SAT contribuirà a soddisfare la crescente domanda commerciale di immagini satellitari ad alta risoluzione che mostreranno i dettagli all'interno di un'area di meno di un metro quadrato, che sarà una delle funzionalità più avanzate in assoluto.

A causa del piano strategico di MBRSC e dell'approccio adottato negli anni per qualificare e formare ingegneri, esperti e tecnici degli Emirati, un team al 100% degli Emirati lavorerà allo sviluppo del nuovo satellite presso i laboratori del Centro. Il Centro collaborerà anche con aziende locali del settore spaziale, per produrre e fornire i componenti necessari per lo sviluppo di MBZ-SAT. Questa cooperazione strategica migliorerà la sostenibilità del settore spaziale nazionale negli Emirati Arabi Uniti. Dopo aver lanciato il satellite in orbita terrestre bassa, il team della stazione di terra dell'MBRSC analizzerà i dati ricevuti da esso, fornirà raccomandazioni, dati e immagini ad alta risoluzione a entità locali e internazionali.

Il Centro offrirà un rapido turnaround dei dati acquisiti, condividendoli con gli utenti attraverso un sistema avanzato. Questa soluzione di immagini può supportare un'ampia varietà di usi nell'ambito di mappatura e analisi, monitoraggio ambientale, navigazione, gestione delle infrastrutture e interventi di soccorso in caso di calamità, per citarne alcuni. L'utilità delle immagini satellitari per aiutare e affrontare i disastri naturali è particolarmente importante in quanto possono aiutare a valutare la gravità della calamità, aiutare a pianificare gli sforzi di soccorso e aiutare nella ricostruzione.

Caratteristiche di MBZ-SAT Il satellite 3m x 5m, con un peso di circa 700 kg, migliorerà la risoluzione di acquisizione delle immagini di oltre il doppio rispetto a quanto è in grado nel sistema lanciato in precedenza. Aumenterà anche la velocità di trasmissione dei dati in downlink di tre volte la capacità attuale. Il sistema di programmazione ed elaborazione delle immagini completamente automatizzato di MBZ-SAT sarà anche in grado di produrre più di 10 volte le immagini che il Centro produce attualmente.

Saranno predisposte pre-approvazioni per facilitare il processo di automazione. Le entità commerciali e governative potranno effettuare un ordine online per l'imaging ad alta risoluzione 24 ore su 24. L'elaborazione e lo scaricamento delle immagini possono essere completati in meno di due ore dalla ricezione della richiesta, a seconda della posizione del satellite. MBZ-SAT utilizzerà anche una rete di elaborazione globale sfruttando la suite di funzionalità di machine learning del fornitore di servizi leader per ridurre il tempo tra la richiesta e la consegna di immagini ad alta risoluzione.

L'MBZ-SAT sarà il primo satellite in grado di rilevare un numero maggiore di elementi artificiali e naturali con un tasso di precisione e risoluzione più elevato rispetto all'attuale gamma di satelliti per l'osservazione della Terra. Inoltre, i dati grezzi raccolti dal sistema del nuovo satellite saranno in grado di elaborare una migliore funzionalità di intelligenza artificiale che può aiutare nell'analisi e nell'elaborazione più rapida delle immagini satellitari.

Costruire un settore spaziale sostenibile Fin dalla sua istituzione, MBRSC si è dedicata a ottenere benefici positivi per le società condividendo innovazioni e preziose conoscenze con aziende e istituzioni di tutto il mondo per raggiungere uno sviluppo sostenibile. Questo focus è coerente con la strategia del Programma spaziale nazionale degli Emirati Arabi Uniti di "costruire un settore spaziale degli Emirati Arabi Uniti forte e sostenibile che supporti e protegga gli interessi nazionali e le industrie vitali, contribuisce alla diversificazione e alla crescita dell'economia, aumenta le competenze specializzate degli Emirati Arabi Uniti, sviluppa capacità scientifiche e tecnologiche, imprime la cultura dell'innovazione e dell'orgoglio nazionale e rafforza lo status e il ruolo degli Emirati Arabi Uniti a livello regionale e globale".

Un modo efficace per trasferire tecnologia e supportare lo sviluppo dell'attività commerciale di MBRSC attraverso attività di partnership è una componente fondamentale della strategia del Centro per sviluppare nuove tecnologie spaziali innovative. Lo sviluppo di MBZ-SAT migliorerà il settore spaziale degli Emirati Arabi Uniti concentrandosi su un ecosistema sostenibile che comprende attori locali nel campo della produzione, della catena di approvvigionamento, della logistica, delle schede elettroniche, delle strutture di prova specializzate, dell'analisi dei dati e altro ancora.

MBRSC ha collaborato nel corso degli anni con società private nel campo della tecnologia spaziale e prevede di migliorare ulteriormente questa partnership per creare un settore spaziale sostenibile negli Emirati Arabi Uniti, incoraggiando così una produzione tecnologica più pronta per lo spazio, studi di dati e centri di test all'interno del paese.

Leadership eccezionale Hamad Obaid Al Mansoori, Presidente, MBRSC, ha dichiarato: "Crediamo che le partnership sostenibili e gli sforzi di collaborazione tra attori pubblici e privati siano la necessità del momento. La saggia leadership degli Emirati Arabi Uniti ha sempre creduto nelle eccezionali possibilità fornite da un approccio costruttivo e orientato al futuro che consente alla nazione di avanzare attraverso progressi scientifici e tecnologici. L'annuncio del lancio del nuovo satellite MBZ-SAT e dei suoi servizi è solo un assaggio di ciò che riserva il futuro per gli Emirati Arabi Uniti. Spetta a noi, insieme ai nostri partner, lavorare insieme per promuovere opportunità che contribuiscano alla crescita sostenibile e inclusiva della nostra nazione ".

Yousuf Hamad AlShaibani, Direttore generale, MBRSC, ha dichiarato: "Il nostro team altamente capace di MBRSC è sempre stato in prima linea nell'affrontare grandi sfide: dalla costruzione del primo satellite degli Emirati Arabi Uniti, al lavoro sulla prima missione interplanetaria araba e ora la MBZ -SAT. La nuova missione amplierà ulteriormente la posizione di MBRSC come pioniere nel settore spaziale della regione e amplierà le nostre capacità di servire una base di clienti più globale. È anche fondamentale per consolidare ulteriormente la posizione degli Emirati Arabi Uniti come attore competitivo nell'industria spaziale globale".

L'ingegnere Amer AlGhafri, direttore senior del dipartimento di ingegneria spaziale e project manager di MBZ-SAT, MBRSC, ha affermato: "I miglioramenti dell'acquisizione delle immagini pianificati per MBZ-SAT aiuteranno a stabilire uno standard completamente nuovo per le immagini satellitari commerciali. MBRSC sarà nella posizione unica di diventare uno dei pochi paesi al mondo in grado di sviluppare tecnologie così avanzate. Oltre a fornire una fonte completa di immagini satellitari ad alta risoluzione, avremo anche un team dedicato all'interno del Centro che può analizzare i dati raccolti ".

Per più di un decennio, MBRSC ha fornito immagini satellitari dettagliate e ad alta risoluzione che sono state acquisite tramite i satelliti DubaiSat-1, DubaiSat-2 e KhalifaSat, in base ai requisiti e alle esigenze delle istituzioni governative e delle aziende del settore privato in tutto il mondo per ulteriori informazioni più di un decennio. Il Centro fa anche parte della Carta internazionale dei disastri e di Sentinel Asia, svolgendo un ruolo cruciale nel soccorso e nella gestione dei disastri a livello globale.

Viaggio di successo Il Centro Spaziale di Mohammed Bin Rashid, fondato nel 2006, ospita il Programma spaziale nazionale degli Emirati Arabi Uniti. Il Centro costruisce e gestisce satelliti per l'osservazione della Terra, offrendo servizi di imaging e analisi dei dati a clienti in tutto il mondo. Il Centro ha lanciato DubaiSat-1, DubaiSat-2 e ha recentemente lanciato KhalifaSat il 29 ottobre 2018 dal Centro Spaziale di Tanegashima in Giappone. KhalifaSat è stato sviluppato al 100% negli Emirati Arabi Uniti da un team di ingegneri emiratini altamente qualificati.

Il Centro è responsabile della missione Marte degli Emirati "Sonda Speranza", la prima missione interplanetaria araba, lanciata il 20 luglio 2020. La sonda dovrebbe raggiungere l'orbita marziana entro il 2021 e raccogliere dati scientifici chiave sull'atmosfera di Marte. Il Centro gestisce anche il Programma Astronauti degli Emirati Arabi Uniti, che ha visto il lancio di Hazzaa AlMansoori, il primo astronauta degli Emirati, alla Stazione Spaziale Internazionale in missione scientifica il 25 settembre 2019, e lo sviluppo del Programma Marte 2117 per costruire una colonia umana su Marte.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://www.wam.ae/en/details/1395302881440

WAM/Italian