martedì 26 gennaio 2021 - 7:34:01 mattina

Il ministro dei cambiamenti climatici e dell'ambiente sottolinea l'urgenza di una ripresa verde per guidare l'azione globale per il clima

  • بلحيف النعيمي يؤكد أهمية تبني التعافي الأخضر لدعم جهود العمل من أجل المناخ عالميا
  • بلحيف النعيمي يؤكد أهمية تبني التعافي الأخضر لدعم جهود العمل من أجل المناخ عالميا

DUBAI, 25 novembre 2020 (WAM) - In un incontro con Sir Laurie Bristow, Ambasciatore regionale del governo britannico per la Conferenza delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, COP26, in Medio Oriente, Nord Africa, Europa orientale, Asia centrale e Cina, Il dottor Abdullah Belhaif Al Nuaimi, Ministro dei cambiamenti climatici e dell'ambiente, ha sottolineato l'importanza della ripresa verde dopo COVID-19.

Ha osservato che garantire la compatibilità ambientale dei piani di ripresa economica aiuterà il mondo a superare il rallentamento economico causato dalla pandemia proteggendo l'ambiente e sostenendo le risorse naturali.

Durante l'incontro, il dottor Al Nuaimi ha dichiarato: "Gli Emirati Arabi Uniti stanno attualmente finalizzando il loro nuovo contributo determinato a livello nazionale, NDC, ai sensi dell'accordo di Parigi, e saranno pronti a condividerlo alla COP26. Sono orgoglioso di dire che abbiamo alzato il livello per i nostri obiettivi climatici".

Ha aggiunto: "A margine del vertice delle Nazioni Unite sull'azione per il clima nel 2019 a New York, gli Emirati Arabi Uniti hanno presentato aggiornamenti al loro NDC attraverso l'adozione del Piano nazionale sui cambiamenti climatici 2017-2050 e la fissazione di un obiettivo del 50% di energia pulita nella sua energia totale mix entro il 2050 in linea con la strategia energetica degli Emirati Arabi Uniti per il 2050.

"Come parte del suo impegno costante per l'azione per il clima, il Paese ha anche annunciato di entrare a far parte della Coalizione per il clima e l'aria pulita per ridurre gli inquinanti climatici di breve durata, un'alleanza che mira a migliorare la qualità dell'aria e ridurre lo slancio del cambiamento climatico. Allo stesso modo, ora è membro della Coalizione di Ambizione Alta per la Natura e le Persone che sostiene l'appello all'azione per proteggere una parte maggiore del pianeta, così come la Commissione globale per l'adattamento che aspira a promuovere soluzioni di adattamento climatico".

Il dottor Al Nuaimi ha fornito una panoramica dei recenti sforzi degli Emirati Arabi Uniti per sostenere l'azione globale per il clima. Un ottimo esempio è stato ospitare l'Incontro Climatico di Abu Dhabi nel 2019 che ha visto la partecipazione di 2.000 delegati della leadership delle Nazioni Unite, ministri e rappresentanti dei settori pubblico e privato, che hanno presentato e valutato centinaia di piani per aggiornare gli NDC dei paesi.

Inoltre, ha delineato gli ultimi progetti globali di energie rinnovabili guidati da Masdar, la compagnia energetica di punta degli Emirati Arabi Uniti, come il Dumat Al Jandal da 400 MW in Arabia Saudita che sarà il primo parco eolico del paese e il più grande del Medio Oriente, e il 158- MW Čibuk 1 in Serbia, il più grande progetto eolico commerciale su scala industriale nei Balcani occidentali. Ha anche evidenziato il coinvolgimento di Masdar nel Fondo Investimento in Infrastrutture Charging del Regno Unito, CIIF, in collaborazione con la Tesoreria di Sua Altezza e l'Autorità dei Progetti in Infrastrutture.

Sul fronte interno, il Ministro ha citato l'impianto solare Noor Abu Dhabi da 1,2 GW, l'imminente impianto solare da 2 GW ad Al Dhafra, gli sviluppi sul Parco Solare di Mohammed Bin Rashid Al Maktoum e il lancio del primo reattore da 5,6 GW Centrale nucleare di Barakah. Inoltre, ha osservato che gli Emirati Arabi Uniti stanno per finalizzare la prima legge sul cambiamento climatico nella regione.

Concludendo l'incontro con Sir Laurie, il dottor Al Nuaimi ha ribadito la dedizione degli Emirati Arabi Uniti a guidare un'azione concertata per il clima e la disponibilità a fornire supporto e competenza per garantire il successo del vertice sull'ambizione sul clima e della COP26.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://www.wam.ae/en/details/1395302889896

WAM/Italian