martedì 19 ottobre 2021 - 10:41:41 mattina

Gli Emirati Arabi Uniti sono un modello internazionale per stabilire un paese forte e prospero: Presidente della Federazione Internazionale Jiu-Jitsu


ABU DHABI, 13 settembre 2021 (WAM) - Panagiotis Theodoropoulos, presidente della Federazione Internazionale di Jiu-Jitsu (JJIF), ha affermato che gli Emirati Arabi Uniti sono un distinto modello internazionale per stabilire un paese forte e prospero in 50 anni, congratulandosi con la leadership del paese in occasione.

In una lettera indirizzata al popolo degli Emirati, Theodoropoulos ha sottolineato che sono fortunati ad avere una leadership così saggia e una nazione forte che offre loro la migliore qualità di vita, che è ciò che meritano, poiché sono noti per la loro ambizione e determinazione, così come i loro nobili valori che includono la tolleranza e la pacifica convivenza.

Nella sua dichiarazione alla stampa, mentre partecipava alla prima giornata del Campionato Asiatico di Jiu-Jitsu tenutosi oggi nell'Arena di Jiu-Jitsu della Città di Sport di Zayed, Abu Dhabi, con la partecipazione di 400 atleti in rappresentanza di 19 paesi asiatici, ha espresso la sua felicità alla ripresa delle attività sportive nella regione dopo un periodo di rinvio dovuto alla pandemia di coronavirus (COVID-19).

Gli Emirati Arabi Uniti hanno nuovamente presentato un esempio leader a livello mondiale di trasformare una sfida in una storia di successo. È riuscita a contenere la pandemia, vaccinare la maggior parte della sua popolazione e, quindi, ha portato il mondo sportivo internazionale al periodo di ripresa, ha aggiunto. Gli Emirati Arabi Uniti hanno ospitato molti eventi sportivi e credeva che la ripresa degli sport asiatici partisse da questo Paese.

"Possiamo tranquillamente affermare che gli Emirati Arabi Uniti stanno diventando il paese più influente in questo sport. Da quando Abdul Monem Al Hashimi è diventato presidente della Federazione Asiatica di Jiu-Jitsu, lo sport è progredito considerevolmente e l'Asia è diventata il continente più forte", ha sottolineato Theodoropoulos.

Abu Dhabi ha rafforzato la sua posizione di capitale del jiu-jitsu ospitando sia le federazioni internazionali che asiatiche, organizzando importanti tornei internazionali e promuovendo in modo significativo lo sport, ha aggiunto.

Ha inoltre aggiunto che la pandemia ha posto una sfida significativa allo sport, affermando la sua felicità per aver superato le sue ripercussioni ospitando il campionato.

La seconda sfida è prepararsi per il prossimo campionato del mondo ad Abu Dhabi a fine ottobre, e poi per i mondiali negli Stati Uniti nel 2022, ha detto in conclusione Theodoropoulos.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302969629

WAM/Italian