lunedì 27 giungo 2022 - 10:17:12 mattina

L'Azerbaigian come un paese ricco di petrolio vuole essere esportatore netto di rinnovabili con il sostegno degli Emirati Arabi Uniti: ministro dell'Energia


ABU DHABI, 19 maggio 2022 (WAM) - L'Azerbaigian come un paese ricco di petrolio vuole essere un esportatore netto di energie rinnovabili , ha detto un alto funzionario all'Agenzia stampa degli Emirati (WAM), aggiungendo che la partnership del paese del sud-ovest asiatico con gli Emirati Arabi Uniti giocherà un ruolo cruciale in quel viaggio ambizioso.

"L'Azerbaigian è stato tradizionalmente un produttore ed esportatore di petrolio e gas, nonché un esportatore netto di elettricità. Ora stiamo sviluppando in modo dinamico le fonti di energia rinnovabili. Insieme ai nostri partner, compresi gli Emirati Arabi Uniti, saremo un Paese che in futuro esporterà anche l'energia verde", ha affermato Parviz Shahbazov , Ministro dell'Energia, Repubblica dell'Azerbaigian.

L'ex repubblica sovietica, confinante con quattro paesi: Russia, Georgia, Armenia e Iran, e il Mar Caspio, ospita il primo pozzo petrolifero del mondo, scavato a metà del 1800.

Piani ambiziosi per le energie rinnovabili Azerbaigian ha ora intrapreso un ambizioso viaggio di produzione di energie rinnovabili , ha sottolineato Shahbazov .

"Abbiamo appena gettato le basi per una nuova centrale solare. È il primo progetto di energia rinnovabile su scala industriale con il 100 percento di investimenti dagli Emirati Arabi Uniti", ha detto il ministro a WAM a margine del World Utilities Congress di Abu Dhabi la scorsa settimana. dove era un oratore.

Shahbazov si riferiva all'impianto fotovoltaico (PV) di Garadagh Solar da 230 megawatt (MW) in Azerbaigian, in costruzione da Masdar , con sede ad Abu Dhabi, una delle principali società di energia rinnovabile del mondo. Masdar ha annunciato l'inizio formale della sua costruzione nel marzo 2022, che è il primo progetto di energia solare indipendente basato su investimenti esteri dell'Azerbaigian.

Masdar ha firmato accordi per lo sviluppo del progetto Garadagh , situato a nove chilometri a nord- ovest dell'insediamento di Alat , nell'aprile 2021, con l'impianto che dovrebbe entrare in funzione commerciale nel 2023.

Progetto finanziato dagli Emirati Arabi Uniti per alimentare 110.000 case Il progetto aiuterà a generare mezzo miliardo di kilowattora di elettricità all'anno, sufficiente per soddisfare il fabbisogno di oltre 110.000 case. Ridurrà inoltre le emissioni di oltre 200.000 tonnellate all'anno e creerà posti di lavoro preziosi.

Il Fondo per lo sviluppo di Abu Dhabi (ADFD), l'istituto di finanziamento dello sviluppo degli Emirati Arabi Uniti che guida lo sviluppo sostenibile in patria e all'estero, è un partner finanziario chiave per il progetto ed è desideroso di sostenere ulteriormente l'Azerbaigian nei suoi sforzi per raggiungere gli obiettivi di energia rinnovabile.

Masdar ha anche firmato accordi relativi allo sviluppo di ulteriori progetti di energia pulita in tutto l'Azerbaigian.

Il ministro dell'Energia ha continuato: "Continueremo questa cooperazione di successo con gli Emirati Arabi Uniti in futuro".

Rinnovare l' obiettivo delle rinnovabili al 2030 Alla domanda sugli obiettivi dell'Azerbaigian in materia di energie rinnovabili , Shahbazov ha dichiarato: "Aumenteremo la quota di energie rinnovabili nel mix energetico fino al 30 percento entro il 2030. Tuttavia, anche questo non è l'obiettivo finale. Sono sicuro che lo faremo in futuro anni, rivedere questo obiettivo. Forse miglioreremo l'obiettivo".

L'Azerbaigian ha un potenziale energetico solare stimato di 23.040 megawatt (MW), secondo l'Agenzia internazionale per le energie rinnovabili (IRENA).

Elaborando la cooperazione con gli Emirati Arabi Uniti, il ministro ha dichiarato: "Siamo in discussioni molto intense sulla partecipazione più ampia e completa degli Emirati Arabi Uniti al nostro settore energetico. Abbiamo piani molto ambiziosi da realizzare insieme agli Emirati Arabi Uniti".

Viste le ottime relazioni tra i vertici di entrambi i paesi, ha sottolineato: "Vogliamo collaborare ancora più strettamente e sono sicuro che nei prossimi anni avremo una cooperazione molto ampia nel settore energetico".

Tradotto da: Mina Samir Fokeh .

http://wam.ae/en/details/1395303048940

WAM/Italian