lunedì 05 dicembre 2022 - 1:46:08 mattina

Musica, a Manarat Al Saadiyat grandi nomi del mondo arabo


ABU DHABI, 23 novembre 2022 (WAM) - Manarat Al Saadiyat, gestito dal Dipartimento di Cultura e Turismo - Abu Dhabi, ospita un evento di musica dal vivo di tre giorni dal 24 al 26 novembre che celebra la diversità e l'innovazione del scena musicale indipendente nel mondo arabo.

MAS Music Bil Araby presenterà artisti provenienti da sei paesi arabi per mostrare gli stili e il talento unici in tutta la regione e far luce sugli artisti underground e sulla musica che producono.
Gli artisti che si esibiscono in MAS Music Bil Araby includono:

• Yazan Sarayrah (Giordania): la cantautrice è meglio conosciuta per aver mescolato melodie ambient beduine con groove elettronici sperimentali.
• Almas (UAE): una ventunenne che canta sia in arabo che in inglese, Almas ha iniziato la sua carriera all'età di 15 anni con una canzone intitolata 'Shousaawi Bih' che ha raggiunto 29 milioni di visualizzazioni su YouTube.
• Oum (Marocco): la cantautrice Oum è considerata un'ambasciatrice della cultura marocchina, con le sue canzoni che rappresentano un mix di hassani, jazz, gospel, soul, afrobeat e influenze sufi.
• Donia Waell (Egitto): la giovane cantante trasmette testi astratti e poetici usando il dialetto egiziano nelle sue canzoni.
• Safar (Siria): Fondata a Damasco nel 1999 da Wafi Abbas e Shadi Alsafadi, le canzoni autoprodotte della band fanno rivivere il patrimonio musicale della regione presentandolo con una visione contemporanea.
• Haya Zaatry (Palestina): Haya è una cantante, cantautrice e compositrice autodidatta, la cui musica è ispirata da elementi del passato.
• Tayar (Giordania): Tayar è un duo indie-pop elettronico arabo composto dal cantautore Ahmad Farah e dal produttore musicale e regista Bader Helalat.
• TootArd (Alture del Golan occupate, Siria): TootArt è un duo “quarto di tono pop” fondato dai fratelli Hasan e Rami Nakhleh, che ora risiedono a Berna e Haifa. Mentre la loro musica è ispirata da una varietà di generi occidentali che vanno dal reggae, desert blues, psych-rock melodico, funk e disco, il loro approccio è sempre stato derivato dalle radici musicali del mondo arabo.
• Rasha Nahas (Palestina): Rasha è una cantautrice che sfida il genere, incentrata sulla narrativa, che presenta i suoi testi candidi con una vulnerabilità disarmante. Nata e cresciuta ad Haifa, l'artista polistrumentista ha iniziato la sua carriera musicale come chitarrista all'età di 10 anni.

https://www.wam.ae/en/details/1395303105145