Il 14esimo Forum Internazionale Hemaya inizia a Dubai

Il 14esimo Forum Internazionale Hemaya inizia a Dubai

DUBAI, 28 aprile 2019 (WAM) - Il quattordicesimo forum internazionale di Hemaya è iniziato oggi presso il centro conferenze ed eventi Madinat Jumeirah a Dubai, in cui si parla di "Il ruolo della sicurezza, dell'istruzione e delle istituzioni di ricerca nella lotta alle droghe e alle sostanze psicotrope: la corrente e Sfide Future" sotto il tema "Impara a proteggere".

L'evento, patrocinato da Sua Altezza Sheikh Hamdan bin Mohammed bin Rashid Al Maktoum, principe ereditario di Dubai, è organizzato dalla polizia di Dubai e dalle Conferenze ed Esibizioni di INEX - un membro di INDEX Holding, e sarà attivo fino al 29 aprile.

L'incontro chiave di due giorni a Dubai, mira ad esplorare nuovi modi per affrontare il problema dell'abuso di droghe e trovare strategie innovative per eliminare i pericoli della tossicodipendenza.

Commentando questa occasione, il dott. Abdul Salam Al Madani, presidente di INDEX Holding, ha dichiarato: "Gli Emirati Arabi Uniti hanno sempre posto il problema dell'abuso di stupefacenti in cima alle sue priorità con l'implementazione di strategie antidroga, rigide misure normative e capacità tecniche per combattere questo problema in continua crescita. Ciò è chiaramente evidente dagli sforzi degli Emirati Arabi sia a livello locale che internazionale, nonché la cooperazione ed il coordinamento tra le entità e le istituzioni che operano nel campo del controllo della droga per costruire un futuro promettente per le generazioni future".

Quest'anno, il Forum Internazionale di Hemaya ha presentato un ricco programma completo e dovrebbe attirare oltre 1500 visitatori e partecipanti da tutto il mondo nei prossimi 2 giorni, mentre 22 relatori locali ed internazionali offriranno le loro opinioni su una serie di argomenti chiave di tendenza durante 15 sessioni scientifiche e 7 workshop specializzati per evidenziare le problematiche e le sfide legate alla lotta contro l'abuso di droghe e la dipendenza.

Il primo giorno, Abdulmajeed bin Abdullah Al-Bunyan, presidente della Naif Arab University for Security Sciences, ha parlato di "Sfide della conoscenza e divario scientifico" oltre alle sue considerazioni sull'incidenza di abuso di droghe e effetti psicotropici, mentre il Dr. Ali Wardak, professore di criminologia, scuola di studi umanistici e scienze sociali, University of South Wales, ha focalizzato la sua attenzione su "Produzione e Traffico dell’Oppio: Divari in Conoscenza Accademica e di Ricerca".

Commentando la partecipazione dell'autorità di sviluppo comunitario al Forum internazionale di Hemaya, Ahmed Julfar, direttore generale di CDA, ha affermato che la partecipazione dell'autorità alla quattordicesima edizione del Forum Internazionale di Hemaya deriva dalla convinzione dell'importanza di diffondere la consapevolezza della comunità sui diversi e correlati aspetti di la dipendenza come malattia e la consapevolezza preventiva ad essa associata.

Julfar ha detto che affrontare la dipendenza è una responsabilità sociale, che parte dalla protezione e dal sostegno ai tossicodipendenti per superare ciò che hanno attraversato al fine di completare il loro recupero e integrarsi senza problemi nelle loro famiglie e nella comunità circostante.

"La dipendenza è una questione internazionale e non possiamo ignorarla isolando o eliminando i tossicodipendenti dall'essere pienamente integrati nella società. Sebbene la prevenzione resti il fattore più importante e di successo su cui dovremmo lavorare, il recupero dalla dipendenza non è un sogno né un compito difficile da raggiungere finché sono disponibili i fattori necessari," ha detto.

"Il Centro di riabilitazione sociale Ownak gestito da CDA, fornisce servizi di riabilitazione sociale per coloro che si stanno riprendendo dalla dipendenza e coloro che ne sono a rischio. La post-cura è la fase più critica di un viaggio di recupero, e i ruoli sono ampliati per includere la famiglia e la comunità, perché l'integrazione, il rafforzamento e il supporto sono essenziali ", ha aggiunto.

Il Dott. Ali Wardak, Professore di Criminologia, Scuola di Studi umanistici e sociali, Università del Galles del Sud, ha dichiarato: "Vivendo in un mondo sempre più globalizzato, la disponibilità di droghe illecite e il suo utilizzo a livello globale sono diventati un problema complesso e serio e abbiamo bisogno di mettere in atto strategie più protettive per superare l'abuso di droghe e la dipendenza ora più che mai. Un aspetto chiave della protezione efficace della società contro l'uso illecito di droghe è l'acquisizione di una conoscenza più approfondita al riguardo e la sensibilizzazione sulle sue gravi implicazioni negative sulla nostra società. Poiché i giovani sono sempre più a rischio, la diffusione di questa conoscenza attraverso i curricula scolastici è estremamente cruciale e molto più efficace."

Da parte sua, il dott. Jassim Al Awadhi, professore assistente presso l'Accademia di polizia di Dubai, ha dichiarato: "In quanto entità educative nel mondo accademico, non abbiamo altra scelta che svolgere il nostro ruolo nell'ottenere più conoscenze sul mondo della droga, dei tossicodipendenti e reti criminali e organizzazioni che sostengono le attività di droghe illecite.

Da parte sua, David Robert Richards, Amministratore Delegato di Riabilitazione Droghe e Alcool Brynawel - Regno Unito, ha dichiarato: "In un mondo in cui siamo di fronte a una minaccia comune derivante dall'abuso di droghe e dalla dipendenza, è fondamentale imparare e condividere il nostro apprendimento, al fine di proteggere meglio le nostre persone e le nostre comunità. Pertanto, mi congratulo con gli organizzatori del Forum Internazionale di Hemaya di quest'anno per la scelta del tema "Impara a proteggere".

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302759090