martedì 18 maggio 2021 - 12:02:05 sera

Fatima bint Mubarak lancia il primo piano d'azione nazionale degli Emirati Arabi Uniti su donne, pace e sicurezza

  • ‎فاطمة بنت مبارك تطلق أول خطة عمل وطنية حول المرأة والسلام والأمن على مستوى دول الخليج العربية
  • ‎الاتحاد النسائي العام ينظم دورة "النوع الاجتماعي في عمليات السلام"
  • ‎فاطمة بنت مبارك تطلق أول خطة عمل وطنية حول المرأة والسلام والأمن على مستوى دول الخليج العربية
  • ‎فاطمة بنت مبارك تطلق أول خطة عمل وطنية حول المرأة والسلام والأمن على مستوى دول الخليج العربية
  • ‎فاطمة بنت مبارك تطلق أول خطة عمل وطنية حول المرأة والسلام والأمن على مستوى دول الخليج العربية
  • ‎فاطمة بنت مبارك تطلق أول خطة عمل وطنية حول المرأة والسلام والأمن على مستوى دول الخليج العربية
  • ‎فاطمة بنت مبارك تطلق أول خطة عمل وطنية حول المرأة والسلام والأمن على مستوى دول الخليج العربية
video imaggini

ABU DHABI, 30 marzo 2021 (WAM) - Sua Altezza Sceicca Fatima bint Mubarak, presidente dell'Unione generale delle donne, presidente del Consiglio supremo per la maternità e l'infanzia e presidente supremo della Fondazione per lo sviluppo familiare, ha lanciato oggi il Piano d'Azione nazionale degli Emirati Arabi Uniti per l'attuazione della risoluzione 1325 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sulle donne, la pace e la sicurezza.

Il lancio storico è il primo per un paese del GCC e indica l'impegno degli Emirati Arabi Uniti a promuovere il ruolo delle donne nella pace e nella sicurezza.

In questa occasione, Sua Altezza ha dichiarato: "Mi congratulo con gli sforzi dell'Unione Generale delle Donne e di tutte le entità nazionali, organizzazioni federali, locali e della società civile, per il loro lavoro sul Piano d'azione nazionale degli Emirati Arabi Uniti. Vorrei inoltre elogiare il ruolo che UN Women svolge nel soddisfare gli impegni globali nei confronti delle donne, della pace e della sicurezza. E la sua posizione di campione globale di donne e ragazze".

Ha aggiunto: "Non abbiamo mai perso di vista le donne arabe o tutte le donne del mondo nella nostra visione di sviluppo per costruire le loro capacità e sviluppare le loro abilità in tutti i settori, oltre a tendere una mano a tutte le donne in ogni momento. Gli Emirati Arabi Uniti lavorano per rafforzare i partenariati internazionali e i quadri istituzionali globali che consolidano l'uguaglianza di genere, la collaborazione e il partenariato e il progresso delle donne.

"La nostra nazione continua inoltre a sostenere le organizzazioni umanitarie a livello regionale e globale, per far avanzare il lavoro delle donne e contribuire a migliorare la vita delle donne come parte della costruzione di società sicure e stabili".

Sceicca Fatima ha continuato: "In questo contesto, vorrei esprimere la mia fiducia nella capacità delle donne di stabilire pace e sicurezza. Continuiamo a sostenere le donne, in modo che possano superare tutti gli ostacoli che possono ostacolare il loro cammino e dare un contributo influente per rafforzare la cultura del dialogo e della pace e per raggiungere sicurezza, stabilità e sviluppo per le loro comunità e il mondo".

Sua Altezza ha spiegato: "Quando iniziamo l'Anno del 50 negli Emirati Arabi Uniti, siamo tutti orgogliosi che il nostro paese stia ottenendo risultati eccezionali e lanciando iniziative pionieristiche per sostenere ed emancipare le donne, cosa che le ha fatto guadagnare un posto tra i paesi più progressisti nel mondo. Gli Emirati Arabi Uniti continuano a sostenere i meno fortunati di tutto il mondo in linea con la visione del defunto padre fondatore Sceicco Zayed bin Sultan Al Nahyan e dei suoi fratelli governanti degli Emirati, che hanno sviluppato un approccio duraturo che si basa sull'unione, la speranza, l'ottimismo , buona pianificazione e investimento di opportunità".

Sua Altezza ha affermato che gli Emirati Arabi Uniti hanno raggiunto livelli avanzati nell'emancipazione delle donne ed è un leader regionale su una serie di indicatori globali.

"Ciò è stato ottenuto con la visione illuminata e la leadership del presidente Sua Altezza lo sceicco Khalifa bin Zayed Al Nahyan; Sua Altezza lo sceicco Mohammed bin Rashid Al Maktoum, Vice Presidente, Primo Ministro e Sovrano di Dubai; Sua Altezza lo Sceicco Mohamed bin Zayed Al Nahyan, Principe Ereditario di Abu Dhabi e vice comandante supremo delle forze armate degli Emirati Arabi Uniti; che sono tutti desiderosi di integrare la protezione dei diritti e degli interessi delle donne nella legislazione degli Emirati Arabi Uniti e autorizzare le donne a raggiungere posizioni di leadership e decisionali".

Sceicca Fatima ha continuato dicendo: "Attendiamo con impazienza il piano d'azione nazionale degli Emirati Arabi Uniti come un'opportunità per scoprire più strade per la collaborazione internazionale, lo scambio di esperienze, gli sforzi congiunti, i programmi e le iniziative. Quelli che contribuiscono a ridurre il divario di sviluppo tra le donne in diversi paesi e danno più spazio alle donne per partecipare e superare le sfide esistenti e passare alle opportunità che raggiungono la pace, la prosperità e il progresso".

Sua Altezza ha concluso: "Gli Emirati Arabi Uniti si impegnano a promuovere l'uguaglianza tra uomini e donne come politica chiave degli Emirati Arabi Uniti e sostengono l'importante ruolo che le donne svolgono nel promuovere il processo di sviluppo sostenibile. Affermiamo anche il sostegno degli Emirati Arabi Uniti ai programmi e alle iniziative delle donne delle Nazioni Unite che costruiscono un futuro migliore per le donne negli Emirati Arabi Uniti e in tutto il mondo".

Sua Altezza lo sceicco Abdullah bin Zayed Al Nahyan, Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, ha affermato: "Gli Emirati Arabi Uniti credono nel ruolo importante e fondamentale delle donne in tutti i settori, come uno dei pilastri dello sviluppo che porta tutte le società al progresso e alla prosperità."

Ha aggiunto che il lancio del piano è un'affermazione dell'importanza del ruolo che le donne svolgono in questi settori.

Lo sceicco Abdullah ha affermato che gli Emirati Arabi Uniti, guidati dalla loro leadership, hanno un fermo impegno verso il raggiungimento dell'uguaglianza di genere e il miglioramento del ruolo delle donne nella società: "Siamo orgogliosi che le donne negli Emirati Arabi Uniti siano diventate un simbolo dei nostri risultati nazionali a vari livelli. "

Si è anche congratulato con Sua Altezza Sceicca Fatima per il successo del lancio del Piano d'Azione Nazionale degli Emirati Arabi Uniti.

Da parte sua, Noura Al Suwaidi, Segretario generale dell'Unione generale delle donne, ha affermato che il lancio del piano rappresenta un importante passo avanti nella promozione di standard riconosciuti a livello internazionale per la partecipazione delle donne alla pace e alla sicurezza, in un modo che incarna l'ambizione degli Emirati Arabi Uniti e la sua crescente posizione di leadership nell'agenda delle donne, della pace e della sicurezza.

Ha aggiunto che il lancio del Piano Nazionale degli Emirati Arabi Uniti fa parte della visione della nazione per il futuro e del suo impegno per sostenere e responsabilizzare donne e ragazze a livello globale, con il supporto, la guida, la saggia leadership e la visione illuminata di Sua Altezza Sceicca Fatima bint Mubarak.

Ha osservato che il piano mira a rispondere alle prospettive di genere nelle politiche estere, in particolare quelle relative agli aiuti umanitari per donne e ragazze, e a prevenire e combattere l'estremismo violento, nonché a pianificare la risposta alle emergenze e le situazioni di crisi, incorporare l'analisi di genere nella portata degli sforzi internazionali di pace, nonché promuovere l'uguaglianza di genere negli aiuti umanitari.

Mira anche a ottenere una partecipazione effettiva delle donne nella prevenzione dei conflitti, aumentare la loro partecipazione al consolidamento della pace, formare ufficiali militari donne, nonché migliorare la partecipazione delle donne alla politica nel paese. Il piano d'azione nazionale degli Emirati Arabi Uniti sostiene l'agenda per le donne, la pace e la sicurezza attraverso programmi nazionali e internazionali e consente ai responsabili delle decisioni nel CCG e nella comunità internazionale di sostenere i contributi delle donne alla costruzione della pace.

Ha spiegato che il governo degli Emirati Arabi Uniti sta lavorando per sviluppare e attuare varie campagne per sensibilizzare e garantire il sostegno agli obiettivi del Piano d'azione nazionale degli Emirati Arabi Uniti, oltre a rafforzare la capacità dei funzionari governativi nell'agenda delle donne, della pace e della sicurezza.

Queste campagne includono anche dipendenti di sesso femminile nel governo degli Emirati Arabi Uniti per aiutarli a garantire una pari rappresentanza e garantire che le opinioni delle donne siano prese in considerazione durante il processo decisionale. Il lancio del piano d'azione nazionale degli Emirati Arabi Uniti incoraggia altri paesi a sviluppare i propri piani d'azione nazionali a sostegno dell'agenda delle donne, della pace e della sicurezza.

Al Suwaidi ha concluso affermando che gli Emirati Arabi Uniti sostengono il ruolo delle donne nella costruzione della pace come leader e decisori all'interno di quadri formali e informali. È un membro fondatore della Rete Punti Focali di Donne, Pace e Sicurezza (WPS FPN) e uno dei paesi che ha introdotto la risoluzione 2242 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, oltre ad essere un investitore internazionale con più di US$US2 miliardi utilizzati per lo sviluppo programmi relativi alla protezione e all'emancipazione di donne e ragazze in 113 paesi.

Inoltre, la percentuale di aiuti esteri destinati all'emancipazione e alla protezione di donne e ragazze è aumentata nel corso del 2021. Gli Emirati Arabi Uniti ritengono che questo obiettivo, il raggiungimento dell'uguaglianza di genere e l'emancipazione e la protezione di donne e ragazze, sia coerente con l'Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile.

La dottoressa Mouza Al Shehhi, direttrice dell'ufficio di collegamento delle donne delle Nazioni Unite per il GCC, ha commentato: "UN Women accoglie con favore l'impegno del governo degli Emirati Arabi Uniti per l'agenda delle donne, della pace e della sicurezza. Con questo importante lancio del Piano Nazionale degli Emirati Arabi Uniti, gli sforzi di tutte le agenzie governative e delle parti interessate sono centralizzati e semplificati secondo una metodologia specifica e quadri concordati.

"Questo stimola risultati forti che supportano l'attuazione della risoluzione 1325 del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sulle donne, la pace e la sicurezza, che ha esortato tutti gli stati membri ad attuare i piani d'azione nazionali (NAP) per accelerare gli sforzi di tutti i paesi per dare potere alle donne in pace e sicurezza.

"Oggi, siamo lieti che gli Emirati Arabi Uniti si siano uniti ai ranghi dei paesi che lanciano piani nazionali per sostenere questo importante programma. Il piano d'azione nazionale degli Emirati Arabi Uniti rafforzerà il ruolo degli Emirati Arabi Uniti come paese pioniere nel campo della pace e della sicurezza, in particolare attraverso il rafforzamento delle capacità. Questo lancio è il culmine degli impegni degli Emirati Arabi Uniti verso l'emancipazione politica ed economica delle donne, specialmente durante la risposta COVID-19 e oltre".

UN Women apprezza la solida e continua collaborazione con il governo degli Emirati Arabi Uniti, che ha portato a molti progetti e iniziative di successo, forse il più importante dei quali è l'Iniziativa di Donne, Pace e Sicurezza di Sceicca Fatima bint Mubarak, ha affermato. "È un programma di formazione pionieristico che sviluppa le capacità per far avanzare questa importante agenda, supporta direttamente gli obiettivi del Piano nazionale degli Emirati Arabi Uniti e aumenta l'efficienza nel rispondere ai bisogni delle donne, non solo negli Emirati Arabi Uniti, ma anche in tutto il mondo.

Funzionari delle entità nazionali coinvolte nel lancio del piano d'azione nazionale degli Emirati Arabi Uniti per l'attuazione della risoluzione 1325 dell'UNSCR hanno affermato che il piano porta un nuovo slancio per far avanzare l'agenda delle donne, della pace e della sicurezza a livello regionale e globale, riflettendo l'impegno degli Emirati Arabi Uniti per raggiungere l'uguaglianza in pace e sicurezza.

Con questo lancio, gli Emirati Arabi Uniti si uniscono a 84 nazioni che hanno tutte lanciato piani nazionali a sostegno dell'agenda per le donne, la pace e la sicurezza che sta guadagnando il riconoscimento mondiale come priorità globale.

Commentando il lancio, Reem bint Ibrahim Al Hashemy, Ministro di Stato per la cooperazione internazionale, ha osservato: "In qualità di primo paese del Golfo a sviluppare un piano d'azione nazionale su donne, pace e sicurezza, gli Emirati Arabi Uniti hanno riaffermato l'importante ruolo delle donne nella prevenzione e la risoluzione dei conflitti, i negoziati di pace, la costruzione della pace, il mantenimento della pace, la risposta umanitaria e la ricostruzione postbellica".

"Lo sviluppo di successo del piano d'azione nazionale riflette la convinzione della leadership degli Emirati Arabi Uniti nei concetti di giustizia e uguaglianza e rispetto fondamentale dei diritti umani. Nel rafforzare gli standard riconosciuti a livello internazionale per la costruzione della pace e la risoluzione dei conflitti nell'ambito del NAP, gli Emirati Arabi Uniti mirano a contribuire al discorso e all'azione globali sulla partecipazione delle donne al governo e alla società", ha osservato.

A sua volta, Matar Salem Al Dhaheri, Sottosegretario del Ministero della Difesa, ha affermato che il piano degli Emirati Arabi Uniti afferma il sostegno del paese all'emancipazione delle donne in tutti i settori e l'effettivo contributo e consolidamento del loro ruolo nel mantenimento della sicurezza e della pace.

Il piano nazionale degli Emirati Arabi Uniti contribuirà a preparare le donne nel campo militare locale, ma anche in molte iniziative internazionali in varie aree del processo decisionale, che garantiscono i diritti delle donne nelle zone di conflitto e di guerra, e la loro partecipazione alla stesura di leggi e negoziati di pace che garantiscono i loro diritti e quelli delle loro famiglie.

Il giudice Saeed Ali Bahbouh Al Naqbi, sottosegretario ad interim del ministero della Giustizia, ha affermato che il ministero sta partecipando attivamente al sostegno e all'emancipazione delle donne nei settori della pace e della sicurezza, sottolineando che le donne negli Emirati Arabi Uniti sono effettivamente metà della società, come lavorano fianco a fianco con gli uomini in tutti i settori della vita senza eccezioni. Ha aggiunto che i fondatori degli Emirati Arabi Uniti credevano pienamente in questi valori che sono salvaguardati dalla costituzione, che sostiene il principio di uguaglianza tra donne e uomini. Oltre ai risultati di Sua Altezza Sceicca Fatima bint Mubarak nel dare potere alle donne degli Emirati.

Mona Ghanem Al Marri, vicepresidente del Consiglio per l'equilibrio di genere degli Emirati Arabi Uniti, ha affermato che i successi sull'equilibrio di genere raggiunti dagli Emirati Arabi Uniti a livello globale si basano su una collaborazione costruttiva tra tutti i ministeri e le agenzie governative a livello statale, guidata dalla visione della sua saggia leadership e le sue direttive affinché gli Emirati Arabi Uniti siano all'avanguardia in tutti i campi con un contributo positivo ed efficace agli sforzi internazionali.

Il piano, coordinato dall'Unione generale delle donne, è una testimonianza di questa collaborazione, ha osservato, aggiungendo che il Consiglio per l'equilibrio di genere degli Emirati Arabi Uniti è desideroso di contribuire efficacemente a questi sforzi nazionali integrati per adempiere agli impegni degli Emirati Arabi Uniti a livello globale, attraverso nuove iniziative in aggiunta a partnership fruttuose, a livello locale e internazionale.

Mohammed Saeed Al Niyadi, direttore generale dell'Autorità generale per gli affari islamici e le dotazioni, ha affermato che il piano degli Emirati Arabi Uniti contribuirà a far avanzare l'agenda per le donne, la pace e la sicurezza a livello regionale e globale, osservando che l'autorità sostiene tutti gli sforzi , iniziative e direttive che richiedono l'adozione di politiche e programmi nazionali che integrino i bisogni delle donne in vari campi.

Maggiore Dott.ssa Amal Sabah Qambar, presidente del Comitato di coordinamento specializzato della polizia femminile, ha affermato che il Ministero sta lavorando all'interno di un sistema di lavoro governativo integrato per garantire che le donne occupino un'importanza speciale nelle aree del raggiungimento della sicurezza, stabilità, pace e la polizia opera a tutti i livelli, rafforzando la legislazione e adottando iniziative di sostegno. Tra questi vi è la partecipazione attiva alla formulazione e all'attuazione della strategia nazionale per l'emancipazione delle donne nella sicurezza e nella pace, lanciata dall'Unione Generale delle Donne.

14 entità nazionali, comprese le istituzioni federali, locali e della società civile, hanno partecipato alla preparazione del Piano d'azione nazionale degli Emirati Arabi Uniti, tra cui il Ministero della Difesa, il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, il Ministero dell'Interno, il Ministero della Giustizia, il Ministero delle Finanze, il Ministero dell'Economia, il Ministero della Salute e della Protezione della Comunità, il Ministero della Cultura e della Gioventù, il Ministero dell'Istruzione, l'Unione Generale delle Donne, l'Autorità per gli Affari Islamici e le Dotazioni, l'Autorità Nazionale per Centro federale per la competitività e le statistiche, il Consiglio nazionale federale e il Consiglio per l'equilibrio di genere degli Emirati Arabi Uniti, con il supporto tecnico dell'Ufficio di collegamento delle donne delle Nazioni Unite per il CCG.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302922757

WAM/Italian