mercoledì 16 giungo 2021 - 1:50:34 mattina

Gli Emirati Arabi Uniti possono fungere da porta del Brasile verso i principali mercati arabi, europei e asiatici: Presidente ABCC


DUBAI, 9 maggio 2021 (WAM) - Osmar Chohfi, presidente della Camera di commercio arabo-brasiliana (ABCC) ha elogiato i risultati degli Emirati Arabi Uniti nello sviluppo di infrastrutture logistiche e città intelligenti.

In un'intervista con l'Agenzia di stampa degli Emirati (WAM), Chohfi ha osservato che i sofisticati e attraenti ambienti di affari ed investimenti, in particolare attraverso l'implementazione di sistemi di richiesta di licenze commerciali, come la piattaforma "Invest in Dubai", che vieta la doppia delle infrastrutture a livello di zona franca hanno ulteriormente rafforzato il contesto positivo delle relazioni del Paese con il Brasile.

Ha spiegato che queste iniziative hanno anche "stabilito strutture solide per una futura alleanza più vivace tra il Brasile e gli Emirati Arabi Uniti".

"Grazie alla sua infrastruttura logistica di livello mondiale, alle zone franche, alla posizione geografica strategica ed ai diversi accordi commerciali internazionali, gli Emirati Arabi Uniti possono anche fungere da gateway per il Brasile per avere accesso ad altri importanti mercati arabi ed ai principali paesi europei, asiatici e persino nordamericani. Inoltre, il Brasile, attraverso i suoi legami commerciali con gli Emirati Arabi Uniti, ha la possibilità di capitalizzare la crescente domanda globale di prodotti halal", ha affermato Chohfi.

Ha continuato: "Sappiamo che Dubai e gli Emirati Arabi Uniti sono riconosciuti come un hub per gli investimenti nella regione a causa di diversi fattori. Scegliendo di portare la propria attività nel paese, gli investitori globali sono attratti da vari aspetti come la qualità della vita, il forte impegno per la tecnologia e lo sviluppo sostenibile, i centri urbani moderni e gli sforzi per costruire un futuro più prospero. Aiuta anche il governo degli Emirati Arabi Uniti a cercare continuamente modi innovativi per costruire un ambiente imprenditoriale più favorevole per generare nuovo valore e attrarre costantemente un numero maggiore di investitori ed i migliori talenti internazionali".

"Il Brasile, in particolare le sue grandi città, ha molto da imparare da Dubai, dagli Emirati Arabi Uniti e dal resto della regione araba per quanto riguarda lo sviluppo delle città intelligenti e il miglioramento di altri settori prioritari. In quanto tale, parte della nostra missione presso la Camera di Commercio arabo-brasiliana è facilitare la cooperazione tra il mondo arabo e il Brasile, sia nella condivisione di esperienze; nello sviluppo congiunto di soluzioni, comprese le tecnologie per l'agricoltura e la produzione alimentare; nello scambio di prodotti e servizi; e nella promozione della cultura e del tempo libero, tra gli altri", ha aggiunto.

Chohfi ha osservato che l'ABCC cerca di stabilire nuovi percorsi per rafforzare la sua cooperazione tecnica e gli accordi commerciali, promuovere le città intelligenti e aumentare le attività di investimento.

Commentando le leggi degli Emirati Arabi Uniti recentemente emanate per incoraggiare e attrarre investimenti e sostenere gli investitori, Chohfi ha affermato che rafforzerà ulteriormente i legami commerciali del paese con il Brasile, rilevando che la disposizione che consente la proprietà straniera al 100% nella produzione di grano, mais, orzo, legumi, canna da zucchero e fiori porteranno a relazioni economiche più diversificate tra Brasile e Emirati Arabi Uniti.

"Migliorerà anche la sua posizione di importante anello della catena di approvvigionamento globale grazie alle sue numerose moderne zone di libero scambio", ha aggiunto.

L'agroindustria brasiliana e il settore alimentare e delle bevande (F&B) sono aree prioritarie chiave nelle relazioni commerciali della nazione con gli Emirati Arabi Uniti. Molto potenziale rimane inutilizzato, in particolare in agricoltura, accanto ai settori delle applicazioni e delle soluzioni digitali come fintech, agrotecnologia e tecnologia sanitaria. Anche la presenza locale di più aziende brasiliane nei settori della moda, della bellezza e della cura della persona offrirà importanti opportunità, soprattutto con il previsto aumento del turismo internazionale.

In ABCC stiamo per lanciare il progetto Lab CCAB, che consiste in un incubatore per startup che cercano di entrare nel mercato arabo.

Le recenti misure degli Emirati Arabi Uniti per aprire la loro economia agli investitori porteranno ad un percorso più veloce ed efficiente per stabilire relazioni più solide con il Brasile.

Nell'ottobre 2019, il presidente brasiliano Jair Bolsonaro, ha visitato tre paesi arabi: Emirati Arabi Uniti, Qatar e Arabia Saudita. Ha incontrato le più alte autorità di questi tre paesi e ha partecipato ad eventi che hanno riunito investitori, imprenditori e autorità. Ha discusso la possibilità di firmare nuovi accordi commerciali, ha presentato opportunità di affari e di investimento in Brasile e ha chiarito l'obiettivo del governo brasiliano di mantenere buone e produttive relazioni con i paesi arabi.

Inoltre, il Brasile e gli Emirati Arabi Uniti hanno firmato un accordo nel 2018 per eliminare la doppia tassazione sul reddito e prevenire l'evasione fiscale. Ha permesso ai fondi sovrani degli Emirati Arabi Uniti, che sono tra i più grandi al mondo, di essere investiti in Brasile, così come ha permesso alle società brasiliane che vogliono entrare nella regione araba di portare i loro investimenti negli Emirati Arabi Uniti.

Questo accordo è vitale per le relazioni Brasile-Emirati Arabi Uniti, ma possono andare anche oltre. Entrambi i paesi possono esplorare altre aree come l'attuazione della riduzione tariffaria regionale che copre i prodotti intermedi e finiti, nonché la creazione di rotte marittime dirette.

L'anno scorso, gli Emirati Arabi Uniti sono stati la prima destinazione delle esportazioni brasiliane tra i paesi arabi e la quarta delle importazioni brasiliane. Per il commercio globale totale del Brasile, gli Emirati Arabi Uniti si sono classificati al 24 posto nelle esportazioni totali e al 37 nelle importazioni totali anche nel 2020. Nel 2020, il Brasile ha esportato negli Emirati Arabi Uniti beni per un valore di 2,06 miliardi di dollari. Le sue importazioni sono ammontate a 733,99 milioni di dollari americani nello stesso periodo. E il flusso commerciale totale ha raggiunto 2,79 miliardi di dollari.

Il valore commerciale tra Brasile e Emirati Arabi Uniti ha raggiunto 430,98 milioni di dollari nei primi tre mesi del 2021. Il Brasile ha esportato 352,20 milioni di dollari americani e importato 78,78 milioni di dollari americani da e verso gli Emirati Arabi Uniti durante il primo trimestre di quest'anno.

Gli Emirati Arabi Uniti sono stati la quarta destinazione principale delle esportazioni brasiliane tra gli stati arabi e la sesta fonte di importazioni brasiliane tra gennaio e marzo 2021. A livello globale, gli Emirati Arabi Uniti si sono classificati al 34 posto nelle esportazioni totali e al 55 nelle importazioni totali nello stesso periodo.

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

http://wam.ae/en/details/1395302933709

WAM/Italian