lunedì 18 ottobre 2021 - 1:12:36 mattina

L'UE e la Svizzera ospitano una discussione sul futuro della qualità dell'aria a Expo 2020 Dubai


DUBAI, 13 ottobre 2021 (WAM) - Oltre 60 funzionari internazionali, responsabili politici, ricercatori e rappresentanti delle imprese si sono riuniti a Expo 2020 Dubai per discutere dell'inquinamento atmosferico che causa circa 7 milioni di morti premature in tutto il mondo.

Martedì, l'evento, organizzato congiuntamente dall'Unione europea e dalla Svizzera, dal titolo "Qualità dell'aria oltre i confini: migliori pratiche nella gestione della qualità dell'aria, anche dall'"Accordo Verde Europeo " - La prospettiva aziendale ", è stato ospitato presso il Padiglione svizzero. Le discussioni si sono concentrate sui settori del trasporto privato e della logistica, integrando al contempo le intuizioni pertinenti dei responsabili delle politiche degli Emirati Arabi Uniti, ha affermato un comunicato stampa diffuso dagli organizzatori.

L'inquinamento atmosferico non conosce confini ed è diventata una delle sfide globali più importanti per la salute pubblica. Nonostante i progressi tangibili, l'inquinamento atmosferico porta ancora a circa 7 milioni di morti premature in tutto il mondo, secondo l'Organizzazione mondiale della sanità. L'inquinamento è uno dei cinque principali fattori di perdita di biodiversità, minacciando oggi la sopravvivenza di oltre un milione degli otto milioni di specie animali e vegetali stimate del pianeta. È necessaria un'azione concertata per invertire questa tendenza mortale.

L'ambasciatore svizzero Massimo Baggi, nel contesto dell'evento, ha dichiarato: "In media, una persona adulta respira 20.000 volte al giorno. L'aria pulita è, quindi, la nostra risorsa più preziosa. La Svizzera è impegnata in uno sforzo congiunto regionale e internazionale per ridurre le emissioni e garantire un'aria pulita. Non solo adottiamo i valori limite dell'UE, ma contribuiamo anche a fissarli. La Svizzera è un partner prezioso in questo processo, perché contribuisce fornendo una buona ricerca e innovazioni sul tema. E se ci sono limiti di emissione in Europa, prima o poi potrebbero diffondersi in tutto il mondo, il che migliorerà la qualità dell'aria per tutti».

Questo evento segue un webinar ospitato il 7 settembre 2021 dalla Svizzera e dall'Unione Europea in occasione della seconda Giornata internazionale delle Nazioni Unite " Aria pulita per cieli blu ", quando un gruppo di esperti composto da politici e scienziati di UE, Svizzera, Emirati Arabi Uniti e Nazioni Unite , è venuto insieme. Hanno sottolineato l'importanza dell'aria pulita per la salute pubblica, hanno convenuto che le politiche per l'aria pulita sono fondamentali e che è necessaria la cooperazione regionale e globale in questo campo.

L'ambasciatore Andrea Matteo Fontana, commissario generale dell'UE a Expo 2020 Dubai, ha dichiarato nel suo discorso di apertura: "Nel luglio di quest'anno, l'Unione europea ha proposto un piano globale che raggiungerà i nostri obiettivi di diventare un continente climaticamente neutro entro il 2050. La decarbonizzazione del settore dei trasporti è fondamentale per raggiungere questo ambizioso obiettivo. Ci impegniamo per un settore dei trasporti a prova di futuro, creando un mercato per combustibili e tecnologie sostenibili e garantendo un'ampia diffusione non solo nell'UE ma a livello globale. Il nostro messaggio è chiaro, ci teniamo, possiamo e lo facciamo".

Il panel comprendeva rappresentanti di DHL Spedizioni Globali, Lufthansa Group Airlines, Etihad Rail e Borouge. All'evento hanno partecipato anche rappresentanti del Ministero dei cambiamenti climatici e dell'ambiente degli Emirati Arabi Uniti e dell’Università di Khalifa per consentire scambi fruttuosi tra la politica, la ricerca e gli attori economici.

Tradotto da: Mina Samir Fokeh.

http://wam.ae/en/details/1395302980285

WAM/Italian