venerdì 03 dicembre 2021 - 1:27:47 mattina

Gli investimenti nelle industrie spaziali testimoniano un rinnovato slancio con l'annuncio del nuovo progetto spaziale degli Emirati Arabi Uniti


DUBAI, 14 ottobre 2021 (WAM) - Si è svolta oggi la terza sessione virtuale di una serie dopo l'annuncio dei Progetti dei 50, discutendo le opportunità di investimento nei progetti spaziali e le prospettive per promuovere lo sviluppo di tecnologie avanzate.

La sessione ha coinciso con il recente annuncio degli Emirati Arabi Uniti di esplorare Venere e la Cintura di asteroidi in un viaggio di 3,6 miliardi di chilometri nello spazio profondo, solo il quarto del suo genere ad essere stato lanciato a livello globale.

L'ultima missione spaziale è stata lanciata dal governo degli Emirati Arabi Uniti il 5 ottobre 2021 nell'ambito dei "Progetti degli anni 50", la nuova agenda nazionale che stabilisce un nuovo ciclo di sviluppo in una serie di settori economici.

La sessione virtuale si è concentrata sulle eccezionali opportunità che gli Emirati Arabi Uniti offrono a talenti scientifici, progetti emergenti e aziende del settore privato specializzate in tecnologie spaziali, industrie e ricerca. Vi hanno partecipato Sarah bint Yousif Al Amiri, Ministro di Stato per le Scienze Avanzate e Presidente del Consiglio di Amministrazione dell'Agenzia Spaziale degli Emirati; dott. Mohammed Ibrahim Al Asiri, amministratore delegato dell’Autorità Nazionale per le Scienze Spaziali nel Regno del Bahrain; e Ali Al Hashimi, amministratore delegato della Società di comunicazioni satellitari di Al Yah (Yahsat).

La sessione, moderata dal presentatore della TV di Dubai Mohammed Al-Kaabi, ha rivelato dettagli significativi sulla nuova missione spaziale degli Emirati. Oltre a raggiungere il pianeta Venere, il progetto mira anche a far atterrare la sonda su un asteroide situato a 560 milioni di chilometri dalla Terra, e la discussione ha fornito informazioni sulle tecnologie avanzate, sul software, sull'innovazione e sulle competenze scientifiche necessarie per implementarlo - e su eventuali missioni che gli Emirati Arabi Uniti lanceranno in futuro.

La sessione ha anche discusso l'effetto dei progetti spaziali sugli investimenti in settori economici vitali come le comunicazioni e la tecnologia dell'informazione, le applicazioni della quarta rivoluzione industriale, l'Internet delle cose, l'analisi dei big data, l'archiviazione delle informazioni e lo sviluppo di tecnologie energetiche rinnovabili e sostenibili .

Sarah bint Youssef Al Amiri, ministro di Stato per la tecnologia avanzata e presidente dell'Agenzia spaziale degli Emirati Arabi Uniti, ha affermato che la missione degli Emirati Arabi Uniti per esplorare Venere e la fascia di asteroidi è una pietra miliare nel settore spaziale degli Emirati Arabi Uniti.

Al Amiri ha aggiunto che aiuterà ad attirare investimenti locali e regionali, nonché talenti specializzati in tecnologie avanzate e industrie spaziali. Ciò consoliderà la posizione degli Emirati Arabi Uniti come destinazione di promettenti progetti emergenti nelle tecnologie spaziali.

Al Amiri ha sottolineato l'importanza del nuovo progetto nel sostenere la crescita del settore spaziale nel GCC, che ha avuto un impatto positivo su diversi settori economici. Le tecnologie e le scienze spaziali generate da ingegneri, scienziati e innovatori durante le ambiziose missioni spaziali degli Emirati Arabi Uniti contribuiranno a migliorare la qualità della vita nelle future città e società di tutto il mondo.

Ha elogiato gli sforzi e le iniziative del Regno del Bahrain nel potenziare i giovani talenti e i progetti emergenti nei settori tecnologici avanzati per il settore spaziale e per l'adesione al Gruppo arabo per la cooperazione spaziale, che conferma l'entusiasmo della sua leadership nell'investire nello spazio e nel futuro scienze.

Il dott. Mohammed Ibrahim Al-Asiri, Amministratore delegato dell’Autorità Nazionale per le Scienze Spaziali nel Regno del Bahrain, ha sottolineato che la visione reale per il Regno si concentra sull'investimento nello spazio e nelle scienze future come mezzo per migliorare lo sviluppo economico sostenibile. È desideroso di potenziare talenti, competenze e idee promettenti nel settore spaziale, migliorare la presenza di giovani e donne in tali campi e consolidare il principio della cooperazione internazionale nell'esplorazione dello spazio e nelle tecnologie correlate al fine di servire l'umanità.

Ha osservato che l'NSSA comprende giovani di talento del Bahrein, con donne che rappresentano oltre il 60 percento della forza lavoro, di cui oltre il 66 percento ricopre ruoli di leadership.

Il dott. Al-Asiri ha richiamato l'attenzione sul settore spaziale degli Emirati Arabi Uniti, che ha raggiunto notevoli risultati negli ultimi anni e rappresenta un'aggiunta significativa all'industria spaziale della regione che andrà a beneficio di molti settori economici e scientifici in futuro.

Il dott. Al-Asiri ha sottolineato che il Bahrain possiede una ricchezza di talenti scientifici avanzati che possono elevare il settore spaziale nel Regno e nella regione, che possono incoraggiare investimenti significativi nelle industrie, nelle tecnologie e nei programmi spaziali.

Ha anche indicato che ospitare l'evento della Settimana mondiale dello spazio all'inizio di ottobre conferma il desiderio del Bahrain di investire nel futuro di questo settore vitale e nelle sue opportunità.

Ali Al Hashimi, Amministratore delegato della Società di comunicazioni satellitari Al Yah (Yahsat), ha dichiarato: "Gli Emirati Arabi Uniti hanno attualmente più di 17 satelliti orbitali, con altri dieci satelliti in fase di sviluppo, e hanno più di 50 aziende, istituzioni e strutture spaziali che operano all'interno del paese, dalle aziende internazionali a quelle emergenti. Ci auguriamo che questi numeri si moltiplichino molte volte nei prossimi anni, in particolare con l'annuncio del progetto degli Emirati Arabi Uniti per esplorare il pianeta Venere e la Cintura di asteroidi, che effettuerà missioni scientifiche senza precedenti per un periodo di cinque anni dal 2028 al 2033 ."

Ha aggiunto: "Ci sono opportunità promettenti per la cooperazione nel campo della tecnologia spaziale e dei satelliti tra i paesi del Consiglio di cooperazione del Golfo, insieme ai progetti di sviluppo e alle ambiziose visioni strategiche che stanno attuando, che si riflettono positivamente sul panorama degli investimenti e sul crescita delle partnership con il settore privato in nuove strade, compresi i settori dello spazio e della tecnologia avanzata".

La sessione ha toccato le promettenti opportunità di investimento nel settore spaziale degli Emirati Arabi Uniti. La spesa del settore spaziale degli Emirati Arabi Uniti è di oltre 22 miliardi di AED e comprende più di 20 startup locali del settore, con aziende locali e internazionali che ora operano negli Emirati in specializzazioni legate al settore spaziale e alle sue industrie.

Le sessioni virtuali organizzate dall'Ufficio dei media del governo degli Emirati Arabi Uniti, con la partecipazione di funzionari ed esperti della regione, si inseriscono nell'ambito degli sforzi per evidenziare le nuove opportunità più importanti innescate dai "Progetti degli anni '50", che costituisce un nuovo ciclo di progetti strategici negli Emirati Arabi Uniti per i prossimi 50 anni e mira a stabilire una nuova fase di crescita interna ed esterna dello stato in vari settori economici.

Tradotto da: Mina Samir Fokeh.

http://wam.ae/en/details/1395302980835

WAM/Italian