sabato 04 dicembre 2021 - 11:45:38 mattina

I risultati significativi degli Emirati Arabi Uniti supportano la sua candidatura per l'appartenenza alla categoria B nel Consiglio dell'IMO

  • إنجازات الإمارات تدعم ملف إعادة ترشحها لعضوية مجلس المنظمة البحرية الدولية الفئة
  • إنجازات الإمارات تدعم ملف إعادة ترشحها لعضوية مجلس المنظمة البحرية الدولية الفئة
  • eng.hessa almalek (1)

DUBAI, 21 ottobre 2021 (WAM) - Gli Emirati Arabi Uniti hanno consolidato la loro posizione di leader tra i migliori centri marittimi del mondo, diventando uno dei paesi influenti nello sviluppo dell'industria marittima. Le pratiche, le decisioni e le legislazioni del paese hanno contribuito allo sviluppo del settore e al miglioramento degli standard di sicurezza marittima, nonché alla protezione dell'ambiente marino a livello globale.

Nel 2017, gli Emirati Arabi Uniti sono stati eletti al Consiglio dell'Organizzazione marittima internazionale (IMO) nella categoria B ed è stato rieletto nel 2019. Gli Emirati Arabi Uniti cercano la rielezione per la terza volta consecutiva nelle elezioni, che si svolgeranno dal 6 al 15 dicembre 2021 a Londra. Gli Emirati Arabi Uniti mirano a continuare il loro ruolo attivo nel rafforzamento della legislazione e dei regolamenti marittimi al servizio del settore marittimo e del commercio internazionale.

Commentando il ruolo degli Emirati Arabi Uniti nell'IMO, Suhail bin Mohammed Al Mazrouei, ministro dell'Energia e delle Infrastrutture, ha dichiarato: "Gli Emirati Arabi Uniti sono uno dei principali paesi marittimi a livello mondiale e hanno raggiunto molti record negli indicatori di competitività globale nel settore marittimo. Si è classificata al 3 posto a livello mondiale nel commercio dei servizi di trasporto e nell'indice dell'offerta di bunker. Si è classificato quinto a livello mondiale come hub marittimo competitivo chiave. I porti degli Emirati Arabi Uniti sono tra i primi 10 a livello internazionale per volume di movimentazione di container. I porti degli Emirati Arabi Uniti hanno gestito oltre 15 milioni di teu nel 2020, mentre nel 2020 sono stati effettuati oltre 25.000 scali negli Emirati Arabi Uniti".

Ha aggiunto: "Attraverso l'adesione degli Emirati Arabi Uniti al Consiglio dell'IMO, continuiamo a lavorare con gli Stati membri per far progredire il settore marittimo globale e l'industria marittima attraverso un contributo collettivo alla missione dell'IMO di raggiungere la sicurezza, la protezione e l'efficienza del trasporto marittimo in oceani puliti. Gli Emirati Arabi Uniti hanno svolto un ruolo attivo durante i cicli precedenti e attuali, e sono riusciti ad introdurre modifiche fondamentali a molte decisioni che contribuiscono allo sviluppo e al miglioramento del sistema di lavoro per stare al passo con i cambiamenti globali e le moderne tecnologie, tenendo conto dell'importanza di alleggerire gli oneri per gli armatori e le compagnie marittime, oltre al ruolo di tali decisioni nell'unificare gli sforzi per la sicurezza, la protezione e la protezione dell'ambiente marino in tutto il mondo".

Hassan Mohamed Juma Al-Mansoori, sottosegretario per il settore delle infrastrutture e dei trasporti presso il Ministero dell'energia e delle infrastrutture, ha dichiarato: "Gli sforzi commerciali e di trasbordo degli Emirati Arabi Uniti soddisfano circa due miliardi di popolazioni provenienti da Cina, India e Stati del Golfo per Eurasia e fino all'Europa orientale. Gli Emirati Arabi Uniti si impegnano a sostenere la propria responsabilità nel partecipare alla creazione di una piattaforma sostenibile per condividere la conoscenza del know-how tra nazioni e amministrazioni marittime sulle migliori pratiche e aggiungere valore alle discussioni tecniche e legali tenute all'IMO, contribuendo con proposte volte a migliorare le normative per la sicurezza e preservare l'ambiente marino".

Al-Mansoori ha affermato che l'impegno degli Emirati Arabi Uniti per un approccio inclusivo come importante Stato di bandiera, Stato di approdo e Stato costiero, ha consentito loro di affrontare questioni marittime più ampie in modo completo, equilibrato e integrato per contribuire alla comunità marittima internazionale nell'ambito dell'IMO.

Hessa Al Malek, Consigliere del Ministro per i trasporti marittimi, Ministero dell'Energia e delle Infrastrutture, ha dichiarato: "Gli Emirati Arabi Uniti sono uno dei paesi che sostengono e danno potere alle donne in tutti i campi, in particolare nel settore marittimo. Ha contribuito alla stesura della risoluzione A.1147 (31) dell'Assemblea dell'IMO " Preservare l'eredità del tema marittimo mondiale per il 2019 e realizzare un ambiente di lavoro senza barriere per le donne nel settore marittimo " adottata alla trentunesima sessione del Assemblea dell'IMO nel 2019.

"Gli Emirati Arabi Uniti sono anche uno dei fondatori della Rete di comunicazione dell'Organizzazione marittima internazionale per l'uguaglianza di genere (IMOGENder), che è un forum per i delegati degli Stati membri e le delegazioni di osservatori presso l'Organizzazione marittima internazionale per lavorare in modo coordinato per scambiare informazioni e scambiare idee e buone pratiche volte a raggiungere l'uguaglianza di genere e migliorare la partecipazione delle donne nel settore marittimo. Gli Emirati Arabi Uniti attualmente detengono la presidenza delle donne arabe in associazione marittima (AWIMA), in collaborazione con il programma di cooperazione tecnica dell'IMO, nel sostenere le donne nel settore marittimo per raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite (SDGs), in particolare il quinto obiettivo in raggiungere la parità di genere e l'emancipazione delle donne".

Gli Emirati Arabi Uniti hanno contribuito ai lavori per preparare e attuare la strategia iniziale dell'IMO sulla riduzione delle emissioni di gas serra dalle navi e continueranno a sostenere lo sviluppo del piano di azioni di follow-up e il quarto studio IMO-GHG. Gli Emirati Arabi Uniti hanno contribuito in modo significativo alla protezione dell'ambiente marino e hanno aiutato il settore marittimo a rispettare la legislazione dell'IMO per ridurre le emissioni di ossido di zolfo fornendo nuovi combustibili a basso contenuto di zolfo a un prezzo accessibile. Inoltre, gli Emirati Arabi Uniti hanno allineato la propria strategia marittima nazionale con il piano strategico dell'IMO per i sei anni 2018-2023.

Gli Emirati Arabi Uniti sono un membro fondatore del memorandum d'intesa di Riyadh per ottenere una navigazione sicura, protetta ed efficiente nelle giurisdizioni marittime nella regione del Golfo Arabico e per unificare il sistema di misure di controllo dello Stato di approdo e intensificare la cooperazione e lo scambio di informazioni su questioni riguardanti lo Stato di approdo Controllo.

Tradotto da: Mina Samir Fokeh.

http://wam.ae/en/details/1395302983525

WAM/Italian