giovedì 09 dicembre 2021 - 4:25:31 mattina

Suhail Al Mazrouei e il ministro dell'Energia israeliano firmano un Memorandum d'intesa a Expo 2020 Dubai


ABU DHABI, 23 novembre 2021 (WAM) - Suhail bin Mohammed Al Mazrouei, ministro dell'Energia e delle Infrastrutture, ha affermato che gli Emirati Arabi Uniti stanno continuando a cooperare con vari attori internazionali nel settore energetico, in particolare nel settore dell'energia pulita, per ne fanno un modello di guida degli sforzi internazionali nel settore delle energie rinnovabili.

Al Mazrouei ha rilasciato questa dichiarazione durante il suo incontro con Karine Elharrar, ministro israeliano dell'Energia, al padiglione israeliano a Expo 2020 Dubai, dove i due Paesi hanno firmato un Memorandum d'intesa (MoU) volto a rafforzare le loro relazioni nel settore energetico.

"Gli Emirati Arabi Uniti e Israele hanno entrambi raggiunto diversi obiettivi ambiziosi in tutti i settori, in particolare nell'energia, dalla firma dell'accordo di pace degli accordi di Abraham tra le due parti oltre un anno fa", ha affermato Al Mazrouei. Ha sottolineato che l'accordo ha contribuito a creare opportunità promettenti sia per i paesi che per la regione.

La visione degli Emirati Arabi Uniti è chiara ed è in linea con i principi e gli obiettivi per i prossimi 50 anni, continuando gli sforzi significativi volti a realizzare i "Progetti degli anni '50" lanciati dal governo degli Emirati Arabi Uniti, attraverso la creazione di partnership volte a garantire il futuro di energia.

"Queste partnership aiuteranno a raggiungere la transizione verso le energie rinnovabili, nonché progetti e iniziative a sostegno dell'Accordo di Parigi per il cambiamento climatico, che gli Emirati Arabi Uniti sono stati tra i primi a ratificare", ha affermato.

Il Memorandum d'intesa, firmato da Al Mazrouei ed Elharrar, alla presenza di molti funzionari di entrambe le parti, prevede lo scambio di conoscenze e competenze e l'organizzazione di incontri ad alto livello per discutere questioni relative allo stoccaggio di energia, in particolare energia pulita, così come la sicurezza informatica delle infrastrutture, i combustibili fossili, le reti elettriche, le reti intelligenti, i problemi dell'idrogeno e dell'acqua e i modi per sostenere le strategie energetiche degli Emirati Arabi Uniti e di Israele.

Gli Emirati Arabi Uniti mirano a diversificare il futuro mix energetico, aumentare il contributo dell'energia pulita al mix energetico nazionale al 50 percento entro il 2050 e ridurre la propria impronta di carbonio del 70 percento attuando la Strategia energetica 2050 e aumentare l'efficienza dei singoli e istituzionali consumo del 40 percento.

Tradotto da: Mina Samir Fokeh.

http://wam.ae/en/details/1395302995899

WAM/Italian