"Road to COP28", un evento guidato dai giovani per l'azione sul clima

ABU DHABI, 12 marzo 2023 (WAM) – Sua Altezza lo sceicco Abdullah bin Zayed Al Nahyan, Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e Presidente del Comitato Superiore che sovrintende ai preparativi per la 28a sessione della Conferenza delle Parti dell'UNFCCC (COP28), ha annunciato che il primo evento ospitato dalla Presidenza della COP28 e guidato dai giovani, "Road to COP28", si terrà a Expo City Dubai il 15 marzo.
Sua Altezza lo sceicco Abdullah bin Zayed ha dichiarato: "Gli Emirati Arabi Uniti hanno abbracciato la visione di un futuro incentrato sul clima con le persone al centro. In qualità di paese ospitante della COP28, gli Emirati Arabi Uniti stanno dedicando risorse significative a tutti i livelli di governo per guidare un processo climatico trasparente, innovativo e inclusivo che riunisca le principali parti interessate e comunità – in particolare i giovani – per guidare collettivamente un'agenda COP28 orientata alle soluzioni ".
Questo evento rappresenta un momento significativo per i giovani del paese per riunirsi e unirsi alla comunità più ampia per sensibilizzare e mobilitare uno sforzo di tutta la società verso la COP28. L'evento “Road to COP28” si allinea con l'obiettivo della COP28 di accelerare l'azione globale per il clima, con tutte le parti e le parti interessate in tutta la società che lavorano insieme per raggiungere gli impegni presi per le generazioni future.


Programma e attività


L'evento di una giornata del 15 marzo consiste in tre programmi, a partire da un programma mattutino di workshop interattivi per ispirare, educare e responsabilizzare i giovani studenti dai 7 ai 15 anni a comprendere e affrontare i cambiamenti climatici.

Il programma pomeridiano includerà circoli giovanili, dibattiti, workshop, iniziative di sostenibilità e spettacoli ospitati dai partner, tra cui l'Autorità federale della gioventù e il Centro giovanile arabo. Il programma principale della serata sarà una piattaforma per la leadership degli Emirati Arabi Uniti per condividere le loro ambizioni per la COP28 insieme ai sostenitori del clima giovanile.

Con l'azione per il clima al centro, l'evento ruoterà attorno a quattro pilastri strategici: partecipazione, azione, voce e istruzione. La ‘Road to COP28’ vedrà anche il lancio di iniziative chiave per migliorare la partecipazione dei giovani all'interno del processo climatico delle Nazioni Unite e amplificare gli sforzi delle organizzazioni guidate dai giovani e focalizzate sui giovani nella comunità climatica globale.
L'evento ‘Road to COP28’ metterà in evidenza le priorità e i principi alla base della COP28, attraverso un variegato programma di attività per coinvolgere più di 3.000 persone, tra cui studenti, giovani nel servizio nazionale, sostenitori del clima giovanile, persone determinate, anziani e altro ancora. All'evento parteciperanno la leadership della COP28, alti funzionari governativi e ambasciatori negli Emirati Arabi Uniti.


Dr. Sultan Al Jaber: guidare un'agenda climatica inclusiva con i giovani al centro


Il Dott. Sultan bin Ahmed Al Jaber, Ministro dell'Industria e della Tecnologia Avanzata, Presidente designato della COP28 e Vicepresidente del Comitato Superiore che sovrintende ai preparativi per la COP28, ha dichiarato: "I giovani di oggi sono i leader climatici di domani. Al centro del successo della COP28, che si svolgerà entro la fine dell'anno, siamo desiderosi di garantire che le loro prospettive, visione e competenze siano incluse per guidare l'azione per il clima. Guidato dal Youth Climate Champion della COP28, Shamma Al Mazrui, questo evento guidato dai giovani è una pietra miliare cruciale nell'inclusione e nell'impegno continuo con i giovani di tutto il mondo. La presidenza della COP28 crede fermamente nella realizzazione di una COP per tutti, e questo richiede la partecipazione attiva di tutta la società, di tutto il governo e dell'intero paese mentre ci prepariamo ad accogliere il mondo negli Emirati Arabi Uniti per la COP28 ".


Mariam Al Mheiri: l'azione per il clima e l'ambiente è un impegno istituzionale e sociale negli Emirati Arabi Uniti


Mariam bint Mohammed Saeed Hareb Al Mheiri, Ministro dei cambiamenti climatici e dell'ambiente, ha affermato che l'azione per il clima e l'ambiente è un impegno istituzionale e sociale negli Emirati Arabi Uniti, in particolare con la saggia leadership che dichiara il 2023 l'Anno della sostenibilità. Ha sottolineato che ospitare la COP28 è un'opportunità per tutti di partecipare alla promozione della consapevolezza ambientale e dell'azione per il clima e al rafforzamento dei partenariati strategici per raggiungere gli obiettivi dell'accordo sul clima di Parigi.


Shamma Al Mazrui: la creazione da parte degli Emirati Arabi Uniti del ruolo di Youth Climate Champion per la prima volta stabilisce un'eredità sostenibile per la COP28


Shamma bint Suhail bin Faris Al Mazrui, Ministro dello Sviluppo Comunitario e Campione Climatico Giovanile della COP28, ha affermato che la costruzione di capacità giovanili, la loro integrazione nel processo COP e la promozione della consapevolezza dei cambiamenti climatici migliora il ruolo fondamentale dei giovani nell'azione globale per il clima e crea una nuova narrativa che porta alle trasformazioni desiderate. Ha invitato i giovani a essere creatori di cambiamento adottando una cultura della flessibilità, innovando soluzioni e cogliendo opportunità. Ha aggiunto che l'istituzione da parte degli Emirati Arabi Uniti del ruolo di Youth Climate Champion stabilisce un'eredità sostenibile per la COP28 e garantisce la continuità del ruolo di leadership dei giovani nelle pratiche rispettose dell'ambiente e negli eventi climatici internazionali in futuro.


Reem Al Hashemy: la sostenibilità è una connessione globale comune a Expo City


Reem Al Hashemy, Ministro di Stato degli Emirati Arabi Uniti per la Cooperazione Internazionale e CEO, Expo City Dubai Authority, ha dichiarato: "Expo 2020 Dubai è stata una delle esposizioni mondiali più sostenibili della storia e anche la prima Expo mondiale ad avere un programma dedicato per gli studenti. Abbiamo accolto il mondo come una comunità, abbracciando tutti coloro che hanno risposto alla nostra chiamata perché sapevamo che collegando le menti, avremmo potuto creare un futuro migliore per le persone e il pianeta. Ora che l'eredità continua a Expo City Dubai – una città pulita e verde, un centro educativo e ospite della COP28, con la missione di spingere il progresso umano e la determinazione a continuare a spingere la busta sulla sostenibilità
".Il potere della collaborazione e il potenziale delle giovani generazioni di guidare l'azione per il clima devono ancora essere pienamente realizzati, e Expo City Dubai è orgogliosa di svolgere il suo ruolo di convocatore, sostenitore delle opportunità di apprendimento e coinvolgimento dei giovani e come città con un comprovato impegno per la sostenibilità, per sostenere la consegna di un COP28 veramente inclusivo e guidato da soluzioni."

Salem Al Qassimi: i giovani hanno il potenziale e le capacità per creare un impatto duraturo una volta che i talenti di tutte le discipline si sono riuniti


Lo sceicco Salem bin Khalid Al Qassimi, ministro della Cultura e della Gioventù, ha ribadito che i giovani hanno il potenziale e le capacità per creare un impatto duraturo una volta che i talenti di tutte le discipline si sono riuniti per accelerare lo slancio dell'azione per il clima a livello globale attraverso idee innovative e soluzioni pratiche. Ha anche sottolineato l'impegno incessante della leadership degli Emirati Arabi Uniti per responsabilizzare i giovani e consentire loro di trasformare i loro progetti promettenti in realtà, incoraggiandoli nel contempo a condividere le loro intuizioni, storie di successo e migliori pratiche con i loro coetanei in tutto il mondo, il che contribuisce allo sviluppo socio-economico e introduce imprese eco-compatibili, svolgendo un ruolo fondamentale nel fornire soluzioni a sfide globali cruciali come il cambiamento climatico.


Razan Al Mubarak: l'inclusione sarà un principio fondamentale per la COP28 e accogliamo con favore voci e prospettive diverse


Razan Al Mubarak, Campione di Alto Livello sui Cambiamenti Climatici delle Nazioni Unite per la COP28 e Presidente dell'Unione Internazionale per la Conservazione della Natura (IUCN), ha dichiarato: “Il cambiamento climatico è una questione globale che ha bisogno di soluzioni globali e locali. Richiede la partecipazione attiva di tutti i segmenti della società, comprese le donne, i giovani, i popoli indigeni, la società civile, le imprese e altro ancora, per guidare un'azione climatica significativa e innovativa per proteggere il pianeta e le persone. L'inclusione sarà un principio fondamentale per la COP28 e accogliamo con favore voci e prospettive diverse. Non vedo l'ora di far parte di questo evento, di impegnarmi con i giovani degli Emirati Arabi Uniti e di saperne di più sulle priorità dei nostri giovani sulla strada verso la COP28 ".

Tradotto da: Hussein Abuel Ela.

https://wam.ae/en/dettagli/1395303137763